Tutto il Saronnese si muove per salvare il Tribunale

Per evitare la chiusura dell’ufficio di Giudice di Pace i comuni della zona potrebbero consorziarsi. La prima riunione operativa si è svolta in Municipio

Il saronnese cerca di salvare l’ufficio del giudice di pace. Saronno e altri comuni della zona (Uboldo, Cislago, Origgio, Rovello, Rovellasca e Solaro) stanno quindi cercando di dare vita a un consorzio che possa evitare la chiusura dell’ufficio della sede distaccata del tribunale di Busto. L’ultima riunione si è svolta giovedì sera alla presenza di tutti i comuni del territorio, proprio per cercare di capire come affrontare la situazione. Oltre ai primi cittadini erano presenti: il coordinatore dei giudici di pace Erminio Venuto, il presidente dell’associazione forense Andrea Leo, il presidente del consiglio comunale Augusto Airoldi e Angelo Proserpio, avvocato e capogruppo della lista civica Tu@Saronno.

L’obiettivo del gruppo è quello di allargare la zona di competenza del giudice di pace. Confini che sarebbero quindi simili a quelli del distretto scolastico e di quello sanitario aggiungendo ai comuni in provincia di Varese (Saronno, Caronno Pertusella, Gerenzano, Origgio, Cislago e Uboldo) quelli comaschi (Turate, Rovello Porro, Rovellasca), brianzoli (Ceriano Laghetto, Misinto, Cogliate e Lazzate) e milanesi (Solaro, Garbagnate Milanese e Cesate).
Per attuare ciò servono però dei sostanziali fondi economici, circa 100mila euro che ricadrebbero sulle casse dei comuni. Secondo il primo cittadino saronnese «La cifra sarebbe ripartita in base agli abitanti, ma ci sono anche delle soluzioni alternative come quella di distaccare del personale dai comuni per svolgere il lavoro di cancelleria. Saronno potrebbe mettere a disposizione una persona e gli altri comuni potrebbero coprire gli altri posti a rotazione».
Ora l’obiettivo è quello che tutti i comuni approvino una stessa mozione in consiglio comunale, uguale a quella già approvata da Saronno. Questo per chiedere allo Stato l’allargamento della competenza del giudice di pace.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.