Uncidimila chili di posta nascosta: postino sotto accusa

Un postino di 45 anni di Mandello Lario è accusato di truffa, interruzione di pubblico servizio, sottrazione e soppressione di corrispondenza

Oltre 11.000 chili di corrispondenza nascosta nella sua abitazione. Un postino di Lecco, dipendente di una società incaricata della distribuzione della corrispondenza in alcuni centri abitati della provincia, è accusato di aver sottratto e nascosto migliaia di lettere, riviste, bollette non pagate, comunicazioni bancarie.
La scoperta è stata fatta dai carabinieri della compagnia di Lecco e Mandello Lario, comune dove risiede il 45enne. Molte le lamentele tra i residenti dei comuni di Abbadia Lariana, Lecco e Mandello a cui non veniva più recapitata la posta. Così i carabinieri hanno fatto visita al postino ritrovano 11.600 chili di lettere. Ora l’uomo è accusato di truffa, interruzione di pubblico servizio, violazione, sottrazione e soppressione di corrispondenza

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.