Uva, stop alla fiaccolata ma Anselmo indaga

L’avvocato ha deciso di procedere a una serie di indagini difensive per cercare testimoni

La fiaccolata di venerdì sera per Giuseppe Uva è stata annullata. La decisone viene comunicata da Lucia Uva, sorella della vittima e parte civile al processo che vede coinvolto un medico dell’ospedale di Varese. L’avvocato Fabio Anselmo ha deciso di procedere a una serie di indagini difensive per cercare testimoni che sappiamo spiegare che cosa sia accaduto nelle ore che hanno preceduti l’arrivo in ospedale. A quanto si apprende ha inviato una lettera raccomandata al sindaco di Varese Attilio Fontana per poter avere un colloquio informativo circa quanto accadde nella procedure del tso a cui fu sottoposto Giuseppe. Il trattamento sanitario obbligatorio, come noto, è un provvedimento che viene disposto dal sindaco. Lunedì 23 aprile è prevista l’ultima udienza e la sentenza del processo che vede imputato un medico. 
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.