Varese cinico, la vittoria vale la semifinale

I biancorossi superano 2-1 l'Albinoleffe e passano i quarti di finale dei playoff. Tra la banda Tomasoni e le finali Scudetto c'è ora solo la Fiorentina

Il Varese Primavera passa i quarti di finale dei playoff battendo l’Albinoleffe 2-1 grazie alle reti di Zamble e Jadilson. I biancorossi superano il turno giocando una gara di assoluta solidità difensiva (Samba, Minelli e La Gorga praticamente insuperabili) e tremendo killer instinct offensivo: a tal proposito è sufficiente rilevare che, dei 7 tiri scoccati verso la porta, 2 sono finiti in fondo al sacco e 3 contro i legni della porta bergamasca. Il successo ottenuto ai danni dell’Albinoleffe spalanca ai biancorossi le porte della semifinale, che si giocherà sabato prossimo ancora all’Anessi di Gavirate (ore 16): l’ostacolo tra la banda Tomasoni e le finali Scudetto di Gubbio sarà la Fiorentina che ha battuto 2-0 il Genoa nell’altro quarto di finale della parte destra del tabellone playoff. I biancorossi avranno così la possibilità di vendicare le due sconfitte rimediate questo inverno dai viola (1-3 all’andata, 3-0 al ritorno) nei quarti di Coppa Italia.

Galleria fotografica

Varese-Albinoleffe primavera 4 di 21

FISCHIO D’INIZIO – Paolo Tomasoni si dimostra ancora una volta trasformista variando schema (4-4-2) e interpreti: davanti a La Gorga la linea difensiva è composta dai terzini Parini e Mancini e dai centrali Samba e Minelli; a metacampo ci sono Bassi Borzani e Truzzi, con Greco a sinistra pronto a dare una mano in copertura e Fiamozzi sulla fascia opposta chiamato a spingere in posizione d’ala; in attacco con Zamble c’è Jadilson. Nell’Albinoleffe di Mirco Poloni il pericolo pubblico numero 1 è capitan Belotti, già protagonista in serie B coi senior bergamaschi.

PRIMO TEMPO – Pronti, via e il Varese è subito in vantaggio (6′): Bassi Borzani trova uno splendido corridoio per servire Zamble che controlla e, appena dentro l’area, con Chimini in uscita, colpisce di collo pieno (foto in basso di Alessandro Galassi) in diagonale infilando preciso l’angolino. L’Albinoleffe gioca meglio e cerca di costruire il gioco palla a terra; il Varese risponde con attenzione difensiva e cinismo in fase offensiva. Dopo il tiro sbilenco di Vorobjovs infatti, alla seconda opportunità, i biancorossi raddoppiano (18′): giocata spettacolare di Jadilson (foto in alto di Alessandro Galassi) che, vinto un contrasto, si beve due avversari in serpentina e, come Zamble, punisce Chimini in diagonale. La risposta bergamasca arriva ma non accorcia il divario: al 23′ Calì è solo in area piccola ma colpisce molle e La Gorga riesce a disinnescare coi piedi; al 29′ la punizione a giro dai 18 metri di Pontiggia è invece fuori di un soffio. Il doppio vantaggio soddisfa il Varese che prosegue nella linea fin qui intrapresa: difesa bassa e attenta, eventuali azioni d’attacco affidate al contropiede veloce con Zamble e Jadilson. Nella metacampo bergamasca però il Varese non si affaccia più; ci prova invece per l’ultima volta l’Albinoleffe al 39′ ma La Gorga, in uscita su Vorobjovs, intercetta coi piedi al limite dell’area grande e libera.

LA RIPRESA – Solo gli ospiti operano un cambio a cavallo dei due tempi: Poloni richiama il terzino sinistro Carminati e inserisce nella stessa posizione Cortinovis. Lo spartito della gara sembra simile a quello della prima frazione e, ancora al 6′, il Varese sfiora il tris: Jadilson riceve tra le linee da Bassi Borzani, porta palla fino ai 25 metri e fa partire una sassata terribile che si stampa con violenza sull’incrocio dei pali. Dopo 10′ minuti spezzettati a causa di alcuni infortuni (Ondei da una parte, Truzzi dall’altra) è Bassi Borzani a concludere dalla distanza, trovando la risposta in due tempi di Chimini (16′). L’Albinoleffe controlla più spesso la sfera ma di azioni pericolose ne costruisce poche; due chance le ha intorno alla mezz’ora: Di Cesare in mischia spicca il volo ma con la testa spedisce alto (27′); Belotti sfonda a sinistra trovando però sulla sua strada La Gorga che resta in copertura del primo palo fino all’ultimo e respinge col piede sinistro il diagonale dell’attaccante (28′). L’azione più pericolosa è ancora dei biancorossi (32′): Hoxha, con una magia, riesce a girarsi in un fazzoletto trovandosi fronte alla porta; il tiro dritto per dritto del numero 17 sembra non lasciar scampo a Chimini che viene però salvato dalla traversa. L’Albinoleffe sembra non crederci più ma, al 44′, accorcia le distanze su punizione: Cortinovis, dai 20 metri, batte verso il “7” non coperto dalla barriera; il palo è di La Gorga ma la conclusione di interno, comunque potente, è davvero millimetrica. Nei 6′ di recupero il Varese difende senza patemi colpendo addirittura il terzo legno di giornata con Bassi, su punizione (50′); la gara si conclude così sul 2-1 e spedisce la banda Tomasoni alle semifinali playoff.

IL DOPOPARTITA – Paolo Tomasoni è sorridente all’appuntamento coi taccuini: «Abbiamo fatto la gara che volevamo, in particolare nel primo tempo; nel secondo ci siamo riusciti meno ma le migliori occasioni sono state comunque a nostro favore. Sono contento perché i ragazzi hanno gestito la tensione emotiva e sono riusciti a giocare con il giusto atteggiamento. È un onore battere una squadra forte come l’Albinoleffe che quest’anno ha portato a casa grandi risultati».

Varese-Albinoleffe 2-1 (2-0)

Marcatori: Zamble (V) al 6′ pt; Jadilson (V) al 18′ pt; Cortinovis (A) al 44′ st.
Varese (4-4-2): La Gorga 7; Parini 6.5, Samba 7, Minelli 7, Mancini 6.5; Fiamozzi 6, Bassi Borzani 6, Truzzi 6 (Piccinotti dal 15′ st 6), Greco 6.5; Jadilson 7.5 (Hoxha dal 24′ st 6.5), Zamble 7 (Turlan dal 45′ st s.v.). A disposizione: Bordignon, Bastone, Tiboni, Centrella. All. Tomasoni.
Albinoleffe (4-3-1-2): Chimini 6; Marongiu 6.5, Zaro 6, Ondei 5.5, Carminati 5.5 (Cortinovis dal 1′ st 6.5); Calì 5.5 (Piccinini dal 24′ st 6), Di Cesare 6.5, Maietti 6 (Borlini dal 19′ st 5.5); Pontiggia 5.5; Belotti 6, Vorobjovs 5.5. A disposizione: Giussani, Pirovano, Accetta, Roumadi. All. Poloni.
Arbitro: Fanton di Lodi (Liturco di Collegno e Gualtieri di Asti) 6.5.
Ammoniti: Truzzi, Samba e Zamble (V), Piccinini (A).
Note – angoli: 6-1; fuorigioco: 1-0; tiri (in porta): 9 (7) – 12 (4); falli: 22-13; recupero: 2′ + 6′.

LA DIRETTA – Rivivi le emozioni della partita

Primavera La griglia completa dei playoff



Facebook – Diventa amico di Sport VareseNews 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 aprile 2012
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Varese-Albinoleffe primavera 4 di 21

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.