Villa lotta fino in fondo, ma il primo round è di Busto

Si chiude sul 3-1 la prima finale scudetto tra Yamamay e MC-Carnaghi: spettacolo in campo e fuori, le biancorosse rimontano due volte e chiudono con un errore di Pavan. Torna Havelkova dal primo set

Premessa doverosa: partite così non dovrebbero finire mai. Ma un vincitore deve esserci sempre e nella bolgia del PalaYamamay, dove si superano addirittura le 5200 presenze, vince con merito la squadra di casa; più cinica la Yamamay nei finali di terzo e quarto set, abilissima a rimontare senza mai perdere la testa (dal 15-20 in un caso, dal 15-18 nell’altro) e a non concedere neppure un set point alle avversarie. Parisi pazienta solo fino al 12-21 del primo set, dominato dalla MC-Carnaghi, per gettare nella mischia Havelkova (nella foto di R.Gernetti): il capitano dimostra quanto fossero infondati i dubbi sulla sua ritrovata forma con una prova di carattere e sostanza, impreziosita da 14 punti e dal titolo di MVP (anche se nel finale accusa un lieve problema a un piede, che non sembra preoccupare). Villa Cortese, dal canto suo, gioca una partita straordinaria a muro e in difesa, trovando risposte importanti da Lucia Bosetti (45% in attacco) e in generale dalla ricezione; la squadra di Abbondanza continua però a soffrire la potenza fisica di Bauer e ha sulla coscienza parecchie occasioni fallite, che potrebbero pesare psicologicamente nelle prossime “puntate” della sfida. Entrambe le squadre, in ogni caso, si meritano la standing ovation del pubblico per il livello agonistico e tecnico del match. Uno spettacolo che si spera possa ripetersi anche per gara 2, in programma lunedì sera sempre in viale Gabardi. Una cosa è certa: non è finita qui…

Galleria fotografica

Yamamay - Villa Cortese 4 di 29

L A CORNICE – Strepitosa la risposta dei tifosi per il derby che vale lo scudetto: a un’ora e mezza dalla partita il PalaYamamay è già praticamente pieno. Taraflex rosa, inno nazionale nel prepartita e sul maxischermo scorrono le immagini della gara. Tra gli ospiti “VIP” anche le ex Federica Valeriano e Barbara De Luca, che ha portato con sé l Under 14 della Salli’s Ventimiglia, di cui è allenatrice. Nel parterre fa capolino anche il piccolo Filippo, supertifoso dell’Inter, con tanto di maglia nerazzurra e sciarpa della Yamamay. In campo, invece, Stufi sfoggia una vistosa capigliatura blu.
Pienissimo il settore riservato ai supporter biancoblu, mentre gli “Amici delle Farfalle” si presentano con tanto di cuscini accompagnati dalla scritta “Non svegliateci, stiamo sognando”. Poi c’è la solita maglia biancorossa formato “XXXL” alla quale i bustocchi vorrebbero aggiungere l’ambitissimo triangolino tricolore: “Abbiamo ago e filo, uno spazietto lo troviamo”. A un certo punto arriva anche il momento dei fischi, quando i cortesini si esibiscono in un ironico “mu-ro-ne”: il gioco delle parti continua.

LA PARTITA – Sestetti titolari sia per Villa Cortese, che a sorpresa sceglie la maglia bianca, sia per Busto: Havelkova è in panchina. Il primo punto della partita arriva su errore di Pavan, che però si rifà subito siglando due attacchi di fila per il 2-3. La MC-Carnaghi si fa sentire a muro e in difesa, la Yamamay deve sempre faticare per fare il punto e al primo time out tecnico è sotto 7-8. Berg e Lucia Bosetti mettono a segno l’8-10, Cruz allunga 10-13 e Parisi ferma il gioco, ma al rientro in campo Pavan mette a segno altri due punti portando a più 5 il vantaggio biancoblu. Guiggi colpisce ancora a muro per l’11-17, Havlickova sbaglia (12-21) e al suo posto entra il capitano Havelkova, salutata da un boato e subito a segno. Non basta comunque per raddrizzare il parziale: Villa, che dal 6-5 non ha più sbagliato nulla, si procura 9 set point con Wilson e chiude al primo tentativo grazie all’errore di Havelkova.

La ceca resta in campo da titolare nel secondo set e si fa sentire: suoi l’attacco del 3-1 e l’ace del 5-2. Guiggi dà una mano alla Yamamay sbagliando la battuta dell’8-4, ma Berg riavvicina la MC-Carnaghi proprio con il servizio e Cruz firma il 9-8. Busto però resta avanti e mette a segno il 13-9 con il muro di Havelkova. La squadra di casa sbaglia qualcosa di troppo e tiene in partita le avversarie (15-14); Villa restituisce subito i regali, poi il turno di battuta di Marcon (un ace) chiude ogni discorso portando la Yamamay sul 22-15. Dall’Ora non sbaglia per il 24-17 e Lloyd con il servizio propizia l’ultimo punto: parità.

La MC-Carnaghi prova a reagire con un muro a uno di Cruz su Dall’Ora (1-3), ma la centrale risponde con la stessa moneta per il 5-4. Bauer firma l’8-7 e si ha la sensazione che Busto abbia in mano il pallino del gioco, ma Villa continua a difendere alla grande e passa avanti 9-10 con una splendida piazzata di Pavan. Spettacolo in campo (12-11, 14-13), a sbloccare il punteggio è la MC-Carnaghi con due attacchi di Pavan e un grande contrattacco di Cruz: 14-16. Ancora Pavan allunga sul 15-18, Parisi ricorre al doppio cambio ma Meijners si fa murare da Wilson per il meno 5. Nel momento più difficile la Yamamay si risolleva alla grande: parziale di 5-0 sul servizio di Bauer, con una serie di miracoli difensivi su Wilson e Pavan. Di nuovo parità. Havelkova completa il ribaltone (22-21), Villa resiste ma Marcon si procura il set point, Havlickova difende la fast di Guiggi e poi mura Bosetti per il 25-23. Clamoroso recupero delle bustocche.

Nel quarto set il tentativo di immediato riscatto di Villa è frustrato da due muri consecutivi di Dall’Ora (3-3), ma Berg e Pavan riescono comunque a firmare un mini-break per il 7-9. Cruz e Guiggi confermano il vantaggio (11-13, 12-14), la Yamamay resta lì con Bauer, ma Havelkova sbaglia l’attacco del 15-18 costringendo Parisi al time out. Il capitano si fa perdonare alla grande: mura Cruz e poi da seconda linea sorprende Havelkova per il 19-19. Di nuovo punto a punto: sul 20-20 Lucia Bosetti sfodera due muri di fila e riporta avanti Villa. Grandi contestazioni sullo scambio successivo, alla fine l’arbitro fa ripetere e lo chiude Bauer, poi Pavan sbaglia per il 22-22. Sul 23-23 Havlickova sfonda il muro di Pavan procurandosi il primo match point e un nuovo errore della canadese chiude il primo round della finale.

Yamamay Busto Arsizio-MC-Carnaghi Villa Cortese 3-1 (15-25, 25-17, 25-23, 25-23)
Busto A.: Lloyd 3, Havlickova 18, Dall’Ora 7, Leonardi (L), Marcon 9, Bauer 12, Meijners 4, Lotti, Caracuta, Havelkova 14, Pisani ne, Bisconti. All. Parisi.
Villa C.: Carocci (L) ne, Stufi ne, Perinelli, Berg 4, Pavan 18, Guiggi 11, Cruz 14, L.Bosetti 12, Pincerato, Barborkova ne, C.Bosetti, Wilson 10, Puerari (L). All. Abbondanza.
Arbitri: Alessandro Tanasi e Daniele Zucca.
Note: Spettatori 5210. Busto: battute vincenti 3, battute sbagliate 6, attacco 38%, ricezione 69%-54%, muri 6, errori 19. Villa: battute vincenti 2, battute sbagliate 11, attacco 41%, ricezione 78%-59%, muri 10, errori 23.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 aprile 2012
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Yamamay - Villa Cortese 4 di 29

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.