Yama, prima la festa e poi… a scuola

Le campionesse d’Italia celebrano lo scudetto martedì sera allo Shed di Busto Arsizio; mercoledì mattina incontro con i bambini delle elementari Carducci di Varese. E intanto si parla già di mercato

Coerentemente con i tempi ristrettissimi di questa pazza stagione di pallavolo, anche nei festeggiamenti la Yamamay ha molta fretta: le straniere devono partire per gli impegni con le rispettive nazionali, e con loro anche Carlo Parisi (neo-CT della Repubblica Ceca) e Giulia Pisani, convocata dal tecnico azzurro Massimo Barbolini. La festa della Futura Volley si celebrerà dunque già martedì sera, quando le “farfalle” incontreranno tifosi e appassionati dalle 21 allo Shed di Busto Arsizio, in corso XX Settembre 53, per una serata a ingresso gratuito. Prevedibile, anche qui, la coda per il “biglietto”…
Mercoledì 18 aprile altro impegno, questa volta più istituzionale: nell’ambito del progetto ludico-didattico “Coltiva il tuo sogno”, promosso dallo sponsor ING Direct, le ragazze in maglia biancorossa incontreranno alle 10 un centinaio di alunni delle scuole elementari Carducci di Varese, in via Pietro Micca. Le giocatrici della Yamamay saranno ambasciatrici d’eccezione del messaggio racchiuso nel progetto “Coltiva il tuo sogno”, che coinvolge oltre 2400 scuole in Italia (30 in provincia di Varese) e mira a insegnare ai bambini il valore positivo della progettualità come mezzo per raggiungere i propri obiettivi: quale miglior testimonial di chi, grazie a pazienza e lungimiranza, ha appena vinto tutto il possibile?
Al progetto “Coltiva il tuo sogno” è legato anche il concorso “I Narrastorie di risparmio”: per ogni classe partecipante, ING Direct devolve 30 euro al progetto ING Chances for Children, promosso insieme a UNICEF per abbattere gli ostacoli alla scolarizzazione in Etiopia, India e Zambia. Nelle passate edizioni dell’iniziativa, oltre 2100 bambini dei tre paesi hanno ricevuto i fondi necessari per frequentare un anno di scuola.

MERCATO – L’ultimo pallone della finale scudetto non era ancora caduto a terra che già si discuteva dei cambiamenti, o forse delle rivoluzioni, che interesseranno le due protagoniste della stagione. Busto Arsizio, oltre a dover rinnovare il contratto con lo sponsor Yamamay (in scadenza), sarà quasi sicuramente costretta a fare a meno del suo capitano Helena Havelkova, in partenza per l’estero (forse in Russia) insieme al suo fidanzato Facundo Conte. Gli altri pezzi pregiati, Bauer, Havlickova e Lloyd, sono a loro volta a rischio.
Per quanto riguarda Villa Cortese, il 2012 passerà alla storia come l’anno degli addi su Twitter: pochi minuti dopo il termine della finale, Lindsey Berg ringraziava già i suoi tifosi con una commovente dedica on line, salutando il campionato italiano. La palleggiatrice a stelle e strisce, tormentata dai problemi fisici, potrebbe anche decidere di prendersi un anno sabbatico dopo le Olimpiadi. Pure Aury Cruz ha di fatto salutato la compagnia via social network: anche qui la decisione era nell’aria, e del resto la schiacciatrice ha dichiarato, in un’intervista a un giornale portoricano, che cercherà un ingaggio in Europa, ma potrebbe anche decidere di tornare in patria se la sua nazionale si qualificasse ai Giochi. Infine Marcello Abbondanza: malgrado la società abbia manifestato l’intenzione di confermarlo, il tecnico romagnolo ammette che con ogni probabilità il suo sarà un addio. Al suo posto potrebbe arrivare Luciano Pedullà da Pesaro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.