Zuzzurro e Gaspare in scena con la “Cena dei cretini”

L'appuntamento è per giovedì 26 aprile ed è organizzato dall’Associazione “Amici del Teatro di Locarno”

Un invito speciale agli abbonati del Teatro di Locarno: Zuzzurro e Gaspare in scena con la "Cena dei cretini". Lo spettacolo, in unica serata, è proposto giovedì 26 aprile. L’avvenimento è stato voluto dall’Associazione “Amici del Teatro di Locarno” a conclusione di una stagione teatrale dall’esito lusinghiero sia per i risultati artistici sia per una favorevole affluenza di pubblico e di abbonamenti sottoscritti. Scritta dal francese Francis Veber negli anni Novanta, “La cena dei cretini” è una delle commedie più famose al mondo. È diventata un cult dopo esser approdata al grande schermo nel 1998 per la regia dello stesso Veber. La trama è semplice ma di grande impatto comico, come si addice alle
migliori commedie. Ogni mercoledì sera un gruppo di amici, ricchi e annoiati, organizza per tradizione la cosiddetta "cena dei cretini", alla quale i partecipanti devono portare un personaggio creduto stupido e riderne sadicamente per tutta la serata. Non sempre le cose vanno come ci si aspetta. Lo spettacolo è un’esilarante commedia che coinvolge il pubblico in un turbinio di risate, di fronte alle paradossali situazioni che i protagonisti sono costretti a vivere, loro malgrado. La forza di questa commedia sta proprio nella semplicità e genuinità della risata che provoca, nella mancanza assoluta di volgarità e in quella punta di moralismo che non guasta. Si ride e si riflette senza accorgersene. L’appuntamento è
per le ore 20.30 al Teatro di Locarno. L’ingresso è riservato prioritariamente agli abbonati che hanno già ricevuto una comunicazione scritta e che possono prenotare e ritirare il biglietto allo sportello dell’Ente Turistico Lago Maggiore, Largo Zorzi 1, 6600 Locarno (tel 091/756.61.60). Altri interessati
possono acquistare allo stesso indirizzo e a dipendenza dei posti ancora disponibili il
biglietto d’ingresso. La serata vuole pure essere un omaggio e un commiato da Gian Carlo Bertelli; si conclude dopo 22 anni di direzione artistica che ha inciso profondamente la vita culturale locarnese
la sua apprezzata collaborazione con il Teatro di Locarno. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.