Materiale di recupero che diventa opera d’arte, in mostra Paolo Guidotti

L'esposizione dedicata all'illustratore e artista verrà inaugurata venerdì 25 maggio con tante "piccole meraviglie". A giugno anche una mostra di Felice Tagliaferro e Simona Atzori

«Paolo Guidotti riserva tantissime sorprese. Piccole meraviglie che si incontrano una dopo l’altra e che fanno capire come da un piccolo frammento può nasce un’opera d’arte. Un’artista che rende l’invisibile visibile». Cristina Taverna, curatrice della mostra, presenta così “Minimalia, mirabili – Meditazioni su scarti e residui”, l’esposizione che verrà inaugurata venerdì 25 maggio al Chiostro di Voltorre con le opere del grande illustratore e artista. Nato a Firenze, classe 1938, Guidotti, lavora a Mondadori e a Rizzoli e non solo, creando le copertine dei grandi classici della letteratura, per poi rivolgersi alla tridimensionalità con l’ impiego di materiale di recupero. Così da una ciabattina nasce un arlecchino, un tronco diventa un pesce, da un pezzo di latta diventa una figura.
Una mostra che vedrà in esposizione sia le copertine che Guidotti ha realizzato per le grandi case editrici negli anni, che le opere materiche. Una mostra affascinante e che ben si coniuga con il lavoro fatto dagli Amici del Chiostro di Voltorre in questi anni.
Paolo Guidotti«Prosegue l’attiv ità espositiva del Chiostro di Voltorre e ancora una volta con un illustratore importante e capace di regalare emozioni. – spiega Francesca Brianza, assessore Cultura e Turismo della Provincia di Varese -. L’appuntamento con Paolo Guidotti e le sue opere è stata un’ottima scelta e sottolinea inoltre la capacità degli organizzatori di trovare un artista legato alla recente iniziativa sul riuso dei rifiuti tenutasi proprio al Chiostro con “Re Mida”». 

Gli spazio saranno quindi divisi in modo da ospitare sia il progetto “Re Mida” che le opere dell’artista, coinvolgendo il pubblico dei più piccoli ma anche quello degli adulti. «È un’esperienza importante per il visitatore che potrà seguire un percorso logico – spiega Caterina Carletti, direttrice del Chiostro di Voltorre -. Guidotti è un artista che dimostra come dai sogni si può ridare anima alla materia. Utilizza materiale di scarto per creare e ridare identità ad un oggetto che prima ne aveva un’altra». La mostra di Paolo Guidotti sarà visibile fino al 9 settembre 2012. A giugno invece, dal 10 al 30, si potrà anche vedere la mostra “Candidamente…in arte”, organizzata dalla ProLoco di Gavirate, con le opere di Simona Atzori, conosciuta al grande pubblico per il suo talento di ballerina e le opere di Felice Tagliaferro, scultore non vedente.

PAOLO GUIDOTTI
“MINIMALIA, MIRABILIA”

Meditazione su scarti residui
Chiostro di Voltorre di Gavirate
Dal 26 maggio al 9 settembre 2012-05-17
Orari di apertura
Da martedì a domenica 10/12.30 e 14/18

Per informazioni 0332/731402
info@chiostrodivoltorre.it
www.chiostrodivoltorre.it

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 maggio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.