Palazzo Lombardia miglior edificio europeo 2012

Il riconoscimento è stato assegnato dal Council of Tall Buildings and Urban Habitats di Chicago per il 2012, per "design, innovazione e sostenibilità". E' la prima volta che l'Italia entra in questa classifica mondiale

Il nuovo Palazzo LombardiaPalazzo Lombardia è stato dichiarato miglior edificio europeo per il 2012. Il  riconoscimento è stato assegnato dal Council of Tall Buildings and Urban Habitats (Ctbuh) di Chicago per il 2012, considerando "design, innovazione e sostenibilità".
E’ la prima volta che l’Italia entra in questa speciale classifica mondiale, aggiudicandosi il primo posto nella sezione Europa.

«E’ un riconoscimento prestigioso – ha commentato il presidente della regione Roberto Formigoni – che premia la nostra volontà di creare un edificio civico ben inserito nel tessuto urbano riqualificato, ecologicamente avanzato e aperto ai cittadini, così come premia giustamente la genialità creativa di Pei Cobb Freed & Partners che hanno magistralmente interpretato e realizzato queste intenzioni del committente».

Palazzo Lombardia, 161 metri di altezza, 39 piani, una piazza coperta di 4000 metri quadri aperta al pubblico, è stato progettato dallo studio Pei Cobb Freed & Partners, dopo un concorso internazionale cui avevano partecipato diverse decine di studi tra i più prestigiosi a livello mondiale. Fattori importanti per la vittoria sono stati la combinazione di spazi aperti e chiusi, e il richiamo stilisticamente suggestivo e corretto al Grattacielo Pirelli. «In una città famosa per la sua
storia e per la moda – ha dichiarato il direttore esecutivo del Ctbuh, Antony Wood – questo palazzo è perfettamente in armonia con l’ambiente urbano circostante. Non stiamo parlando semplicemente di una torre: il progetto mira a creare una fusione tra giardini e spazi commerciali. Lo stile è attinente alla location».

La sostenibilità ambientale di Palazzo Lombardia è molto alta: tetti verdi, muri termici dotati di pannelli rotanti per garantire luce e ombra, le pompe di calore e i pannelli solari che assicurano riscaldamento e raffrescamento senza uso di combustibile.
L’edificio di proprietà, costato 400 milioni, consente alla Regione un risparmio rispetto alle precedenti numerose sedi in affitto, ora dismesse, di oltre 5 milioni all’anno. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 giugno 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.