A Corgeno un Festival dei giovani da record

Quasi 1500 atleti si sfideranno dal 6 all'8 luglio sullo specchio d'acqua varesino per la 23a edizione del più importante trofeo a livello nazionale dedicato ai ragazzi dai 10 ai 14 anni

Il prossimo sarà un week end all’insegna del canottaggio per il lago di Comabbio, che ospiterà a Corgeno i prossimi 6, 7 e 8 luglio la 23a edizione del "Festival dei giovani", la più importante manifestazione remiera italiana dedicata agli atleti dai 10 ai 14 anni.
Gli organizzatori, Federazione Italiana Canottaggio e Canottieri Corgeno, prevedono un’edizione record con quasi 1.500 piccoli atleti, portacolori di 124 squadre totali. Una vetrina nazionale che ripropone questa manifestazione nella splendida atmosfera della frazione di Vergiate, a quattro anni di distanza dopo l’ultima tenuta sul nostro territorio, sempre a Corgeno. 

Alla conferenza stampa di presentazione di mercoledì 4 luglio erano presenti, oltre agli organizzatori dell’evento, anche l’assessore provinciale Giuseppe De Bernardi Martignoni, che ha fatto gli onori di casa nella sala dei trofei di Villa Recalcati, l’assessore regionale Luciana Ruffinelli, il sindaco di Vergiate Maurizio Leorato, Fausto Origlio, presidente del Coni varesino e Paola Della Chiesa, direttrice dell’agenzia del turismo di Varese.
Martignoni ha aperto la conferenza sottolineando il forte legame tra la provincia e il canottaggio; dello stesso avviso l’assessore regionale Ruffinelli, che ha aggiunto: «Avere 13 società di questa disciplina è un vanto per Varese, oltre ad un forte segnale dell’amore di questo territorio verso il canottaggio».
La direttrice del turismo provinciale Della Chiesa ha invece evidenziato un dato importante: «Grazie a questo sport le strutture alberghiere dei nostri laghi possono ricevere l’ossigeno necessario per rimanere in vita. Le nostre società remiere permettono al nostro territorio di essere appetibile in maniera continua da famiglie con figli in un largo lasso di tempo che va da marzo a settembre».
Legata a questa grande manifestazione la Federcanottaggio ha inoltre presentato un progetto di collaborazione con le scuole che avvicinerà gli studenti alla disciplina. Grazie alla partecipazione di tre grandi imprese del mondo dell’informatica e delle telecomunicazioni, presenti sul territorio lombardo, l’iniziativa coinvolgerà quasi 9000 ragazzi che tramite le loro società potranno usufruire di 100 computer. «Siamo orgogliosi di questa partnership – spiega il presidente della Fic Enrico Gandola – che, grazie alle realtà coinvolte, nasce in Lombardia ma si svilupperà anche in altre regioni d’Italia. Intendiamo fornire i migliori servizi ai nostri tesserati e occuparci non soltanto dei risultati sportivi, ma anche della loro crescita individuale attraverso progetti simili».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.