A teatro con “Le donne della pesca e del lago”

Lo spettacolo di Betty Colombo sarà messo in scena sabato 21, alle 21 per la rassegna “Lüj m ees dul dialet”

Per “Lüj m ees dul dialet” sabato 21 luglio, alle 21 si terrà nel cortile Cellina lo spettacolo teatrale “Le donne della pesca e del lago” di e con Betty Colombo. La storia, completamente inventata, di una ragazza che, fin da bambina, vede il lago dall’alto perché abita sulle colline circostanti. Quell’acqua è un elemento del paesaggio, un grande spazio lontano che ospita i suoi sogni e le sue invenzioni fantastiche. I pescatori, visti da lassù, non sono altro che macchie sull’acqua. Quando ne sposa uno e va a vivere sulle rive del lago, deve imparare ad essere la moglie di un uomo che di lago vive, lo frequenta, lo conosce, lo usa, lo abita. Il suo avvicinamento all’acqua è metaforicamente il nostro. Oggi il lago è un bacino che tentiamo di risanare e proteggere, è un elemento paesaggistico, una pausa tra le colline. La storia della pesca invece è un percorso culturale che ha determinato usi e costumi di generazioni intere. L’ingresso è libero e gratuito. In caso di pioggia si svolgerà al Centro Socio assistenziale di orino (incrocio via Garibaldi- via san Lorenzo)

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.