Amos tradito dalle sospensioni: a Spa è ritiro

Il team del varesino ha dovuto abbandonare la 24 Ore per i guai tecnici alla Ferrari 458 e ha perso anche la vetta della classifica generale. «Ci rifaremo al Nürburgring»

Il circuito di Spa-Francorchamps assume i contorni della "bestia nera" per Eugenio Amos che già l’anno scorso aveva dovuto alzare bandiera bianca. Il team del pilota varesino impegnato nelle Blancpain Endurance Series, formato anche da Bonacini, Pietrobelli e Hirschi, è stato costretto al ritiro dopo aver concluso 338 giri di pista nel corso della "24 ore" belga, la prova principale del campionato per vetture Gran Turismo.
Un risultato che piazza la Ferrari del team Vita4One Italy in 37a posizione complessiva, 21a della categoria Pro-Am, e che consente ad Amos e compagni di guadagnare solo 4 punti in classifica generale. La 24 Ore (foto di Marco Losi) però, a differenza delle altre tappe del campionato, assegnava il doppio dei punti ai partecipanti (con alcuni guadagni intermedi, dopo 6 e 12 ore) e così la squadra italiana ha perso la leadership del campionato che deteneva fin dalla prima prova di Monza. Amos, Bonacini e Pietrobelli hanno ora 65 punti in classifica, tre in meno di Hommerson e Machiels e due in meno di Bertolini, terzetto quest’ultimo in gara con una Ferrari della AF Corse che ha primeggiato in Pro-Am a Spa.

Galleria fotografica

La 24 Ore di Spa 4 di 17

«Siamo arrivati in Belgio al top della preparazione e sinceramente ci aspettavamo di fare un grande risultato» spiega Amos (foto a lato) poche ore dopo la conclusione della gara. «Purtroppo la macchina, che era stata tirata a lucido prima della 24 Ore ci ha traditi: si sono rotte due sospensioni, una siamo riusciti a ripararla ma per l’altra lo sforzo non sarebbe comunque servito. Peccato perché stavamo andando molto bene e avevamo affrontato bene la notte, nonostante la nebbia e le particolari condizioni di umidità che hanno creato problemi ad altri equipaggi». Dopo 10 ore infatti il varesino e il suo team erano noni assoluti, secondi di categoria ma da lì in avanti sono iniziati i problemi tecnici. «Abbiamo perso la testa del campionato e questo ci dispiace molto, anche perché siamo andati a podio nelle prime tre gare. A questo punto mancano due prove, ci ripresenteremo al Nürburgring arrabbiati e affamati di successo».
Le Blancpain Series toccheranno il circuito tedesco dopo la pausa, nel weekend del 22 settembre; il campionato si concluderà poi in Navarra il 13 ottobre. Intanto il tracciato belga è stato terreno di caccia dell’Audi, casa che ha prodotto grandi sforzi per aggiudicarsi la 24 Ore: a vincere è stata la R8 di Piccini, Rast e Stippler che hanno percorso un giro in più (509 a 508) dei compagni di marca Haase, Mies e Ortelli. Podio generale (e di categoria Pro) completato dalla Bmw di Lauda, Franchi e Kechele mentre in classifica la vetta è sempre dell’altra Bmw di Palttala, Leinders e Martin.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 luglio 2012
Leggi i commenti

Galleria fotografica

La 24 Ore di Spa 4 di 17

Galleria fotografica

Lo spettacolo della 24 ore di Spa 4 di 10

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.