Arrestato un 76enne tedesco con una carabina di troppo

Sulle sponde del lago Maggiore un uomo è stato scoperto con armi illegali

Il 21 luglio la polizia ha trovato un’arma clandestina a casa di un tedesco nel luinese. Il personale della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale in collaborazione con la Polizia Tedesca e Interpol, ha arrestato l’uomo con l’accusa di aver introdotto e detenuto nello Stato armi comuni da sparo senza autorizzazione dell’Autorità. L’indagine della Squadra Amministrativa coordinata da Ottavio Aragona, è partita a seguito di segnalazione da parte dell’Interpol che informava di un cittadino tedesco che avrebbe importato illegalmente in Italia una carabina dotata di ottica di precisione con relativo munizionamento. Gli investigatori, dopo aver condotto indagini sul territorio della Provincia, individuavano il cittadino tedesco di 76 anni, in un paese sulle sponde del Lago Maggiore. Lo hanno seguito e dopo aver accertato le abitudini e le frequentazioni del soggetto, hanno richiesto alla procura un decreto di perquisizione. L’uomo non comprendeva la lingua italiana. La polzia ha trovato un’altra carabina, anch’essa dotata di mirino di precisione e una replica di pistola ad avancarica perfettamente funzionante.
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.