Assemblea degli azionisti del Casinò di Campione d’Italia

É stato approvato ieri, mercoledì 25 luglio, il bilancio d’esercizio al 31.12.2011

Nella giornata di ieri l’Assemblea degli azionisti del Casinò di Campione d’Italia ha approvato il bilancio d’esercizio al 31.12.2011 che si è chiuso con un disavanzo di Euro 40 milioni, circa. Il risultato di esercizio è stato influenzato da numerose circostanze tra cui la transazione stipulata il 22 luglio 2011, a chiusura del lodo arbitrale instauratosi tra la società e il Comune di Campione d’Italia, nonché, soprattutto, da ulteriori fattori macroeconomici riconducibili alla debolezza dell’euro sul franco svizzero, che ha fortemente aggravato i costi di gestione, che per oltre il 70 % sono regolati in franchi svizzeri (tra cui il costo del personale, gli acquisti di beni e servizi, nonché la quota di spettanza del Comune). Il bilancio ha registrato, altresì, trasferimenti per oltre 63,7 milioni di Euro (oneri derivanti dalla chiusura del lodo arbitrale, contribuzione a favore del Comune e Imposta sugli spettacoli ed intrattenimenti).
Va detto che il Comune di Campione d’Italia a decorrere dal mese di gennaio 2012, per far fronte alla mancanza di liquidità della società, si è reso disponibile ad incassare una quota mensile inferiore dei proventi di sua spettanza. Inoltre, sempre l’Amministrazione Comunale, ha deliberato nel marzo 2012 un contributo finalizzato di Euro 1’100’000.– per sostituire circa n. 60 slot machines onde accrescere l’offerta di tale tipologia di gioco – tra cui una di particolare pregio essendo finora l’unica installata in
Europa – al fine di consentire lo sviluppo e l’incremento dell’attività d’impresa.  
Da un punto di vista industriale gli azionisti, tra l’altro tutti presenti in assemblea, hanno potuto verificare l’andamento costante dell’attività del Casinò che, in controtendenza rispetto ai risultati economici (a dimostrazione che i risultati sono stati influenzati dai fattori sovra indicati) aumenta la sua quota di mercato rispetto agli altri concorrenti. A tal proposito gli Azionisti hanno ringraziato l’Amministratore Delegato Pagan per il costante impegno profuso nella conduzione della Casa da Gioco che, nonostante
il difficile contesto in cui si è trovato ad operare, ha consentito al Casinò di Campione di consolidare il proprio secondo posto rispetto agli altri Casinò nazionali. 
Preoccupazione è stata espressa in merito al sempre più consistente numero di giochi legalizzati autorizzati da AAMS sul territorio italiano ed alla introduzione di limiti sempre più ristretti dell’uso del contante che hanno messo il Casinò di Campione in una situazione di palese inferiorità concorrenziale, soprattutto rispetto ai Casinò di Mendrisio e Lugano che attingono allo stesso bacino di clientela.
Il Comune di Campione d’Italia, azionista di maggioranza, ha ribadito, tramite l’intervento del proprio Sindaco Maria Paola Mangilli Piccaluga, l’impegno, già manifestato in altre precedenti occasioni anche tramite il rafforzamento del patrimonio della Società e la diminuzione dell’importo del contributo a favore suo, a supportare anche economicamente il Casinò al fine di salvaguardarne l’attività che rappresenta un elemento imprescindibile dell’economia e della realtà sociale di Campione d’Italia.
L’assemblea ha pure eletto per acclamazione il nuovo presidente nella persona dell’Avv. Giulio Di Matteo ed ha deliberato in merito al profilo professionale e formativo da richiedersi per le figure apicali.
Al Consiglio di Amministrazione finalmente al completo di tutti i suoi membri, il sindaco Piccaluga ha porto l’augurio che questo rapporto di fiducia e di partecipazione continui positivamente anche in futuro e che il lavoro comune faccia superare le difficoltà attuali al fine di recuperare prospettive favorevoli per l’azienda e certezze di continuità e sicurezza economica per la comunità campionese.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.