Avviso di garanzia per Roberto Formigoni

La procura di Milano ha notificato un'informazione di garanzia al presidente della Regione Lombardia. È accusato di corruzione, con l'aggravante dei reati transnazionali

Roberto Formigoni è ufficialmente indagato per  il reato di corruzione, con l’aggravante dei reati transnazionali.
Al presidente della Regione Lombardia è stato notificato un invito a comparire dalla procura di Milano nell’ambito dell’inchiesta con al centro la fondazione Maugeri. Si tratta della stessa inchiesta sulla sanità lombarda in cui sono coinvolti Pierangelo Daccò e Antonio Simone.

La notizia si apprende da una nota firmata dal procuratore della Repubblica Edmondo Bruti Liberati. "In data odierna è stata notificata al pres. Roberto Formigoni informazione di garanzia per i reati di cui agli artt. 81 cpv 110, 319, 321 cp e art. 4 l.146/06 in concorso con Pierangelo Daccò, Umberto Maugeri, Costantino Passerino, Antonio Simone e altri per fatti commessi in Milano e all’estero dal 2001 al novembre 2011", con contestuale invito a comparire. 



di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.