Carioni: “A Ghirla facciamo il nostro dovere”

L'assessore di Villa Recalcati interviene dopo la tragedia di martedì: «La Provincia garantisce un presidio attrezzato nei weekend: siamo l'unico ente presente sul lago»

Il drammatico annegamento di ieri – martedì 17 – a Ghirla (nella foto la riva dove è avvenuta la tragedia) riporta con forza l’attenzione sul tema della sicurezza delle acque nella nostra provincia e che purtroppo si ripresenta ogni estate. Un problema sul quale è intervenuto oggi l’assessore provinciale Massimiliano Carioni che proprio settimana scorsa ha presentato a Laveno il presidio da parte di bagnini professionali di otto spiagge sul Lago Maggiore, quello più frequentato da cittadini e turisti.
«Voglio esprimere anzitutto il mio dolore per il tragico episodio di Ghirla, ma anche precisare che la Provincia da qualche anno mantiene alta l’attenzione per garantire la sicurezza anche del bacino in questione. Dall’anno scorso è stata pianificata la presenza in tutti i weekend estivi di volontari dotati di moto d’acqua e di una barella spinale per il pronto intervento. Presenza confermata anche quest’anno con le medesime modalità e tempistiche orarie per quello che resta l’unico presidio del lago».
L’assessore Carioni, che ha deleghe a sicurezza e protezione civile, traccia anche un bilancio parziale dell’attività svolta finora grazie al "Patto sicurezza laghi". Tra i numeri più significativi ci sono le 21 ore di pattugliamento delle acque con il controllo di 20 imbarcazioni da parte della sezione nautica della Polizia Provinciale e una lunga serie di attività svolte all’informazione e alla prevenzione dei pericoli. In questo ambito c’è naturalmente la già citata iniziativa presentata a Laveno, con 15 bagnini professionali impegnati sino al 26 agosto su alcune tra le più affollate spiagge del Verbano e che già nel primo fine settimana di lavoro, quello scorso, sono stati chiamati a un intervento di soccorso.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.