“Con la spending review a rischio anche il cinema lombardo”

Lo ha dichiarato il Sottosegretario per il Cinema Zanello nel corso della visita della Commissione Cultura al Centro Sperimentale di Cinematografia di Milano

La Commissione Cultura , presieduta da Massimiliano Orsatti (Lega Nord), con i consiglieri Jari Colla (Lega Nord), Alessandro Marelli( Lega Nord), Giorgio Puricelli (PdL),Antonio Romeo,  Fabio Pizzul (PD) e Mario Barboni (PD), hanno visitato il Centro Sperimentale di Cinematografia di Milano.

«E’ stata una visita positiva – ha commentato il Presidente Massimiliano Orsatti (Lega Nord)-perché ci ha permesso di vedere un’altra eccellenza lombarda, per cui Regione Lombardia ha creduto molto e ha investito molte risorse. In bene. Perché  la scuola e le sue strutture sono tecnologicamente avanzate e ogni corso sforna professionisti preparati, che si inseriscono immediatamente nel mondo del lavoro, anzi sono molto ricercati».

 

La Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia, che ha sede nella ex Manifattura Tabacchi di viale Fulvio Testi a Milano è la più importante istituzione italiana di insegnamento,ricerca e sperimentazione nel campo della cinematografia. La Fondazione inoltre ha la Cineteca Nazionale che conserva un patrimonio filmico italiano con oltre 100 mila copie e il Museo interattivo del Cinema prevalentemente rivolto alle scuole di ogni ordine e grado.

«Con i tagli previsti nella spending review – ha voluto  precisare il Sottosegretario al Cinema Massimo Zanello presente all’incontro- si chiude la Fondazione e la si incorpora all’Istituto Luce, alle dipendenze del Ministero della Cultura. Ci chiediamo come farà Regione Lombardia a programmare gli interventi e finanziare i progetti e le attività e quindi la vita del Centro stesso, se non sappiamo ancora cosa ci aspetterà da questa nuova fusione».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.