Contacalorie, un rinvio che costerà caro

Andrea Barcucci di Legambiente critica la decisione di rinviare di un anno l'obbligo di installazione dei contacalorie negli appartamenti dei palazzi: "Un danno all'ambiente e alle tasche dei cittadini"

Andrea Barcucci, presidente del circolo Busto Arsizio, si dichiara stupefatto e attonito dalla votazione del consiglio comunale del 10 luglio riguardo l’obbligo di adozione di sistemi di termoregolazione e  contabilizzazione del calore per tutti gli impianti di riscaldamento al servizio di più unità immobiliari, anche se già esistenti, a far data dal 1° agosto 2012.

«Siamo di fronte all’immotivato rinvio di applicazione della legge regionale (d.g.r. 3522 del 23 maggio 2012 e precedenti) che prevede l’ installazione di contabilizzatori di calorie negli impianti di riscaldamento condominiali. Nel tentativo di seguire ed assecondare le richieste e le lamentele di pochi proprietari di immobili eternamente insoddisfatti, i consiglieri comunali hanno rinviato l’applicazione dell’installazione negli appartamenti di questi apparecchi contatori.
Non sarà nascondendo le conseguenze e le necessità di questo progresso tecnico e ambientale che la classe politica nostrana rende più civile e più sostenibile la vita cittadina e l’economia locale. Secondo il copione visto con gli sciagurati decreti sulle rinnovabili del governo Berlusconi, si rimandano investimenti e miglioramenti ambientali a date da destinarsi. A babbo morto secondo l’espressione popolare, perché siamo in crisi: lo sapevamo già !
Non so quanti di questi consiglieri frequentino le assemblee di condominio e conoscano l’ingente ammontare delle spese di riscaldamento con gli impianti centralizzati. La legge rinviata ieri – con un atto assai dubbio dal punto di vista legale e amministrativo, sul quale pesa l’obbligo di ridurre le emissioni inquinanti comunque vada – rappresenta un intervento a gamba tesa, da espulsione. Fino al 30 Giugno 2013 tali interventi beneficiano della detrazione fiscale del 55/50 %; dopo tale data non si sa: quindi che senso ha far perdere questo beneficio ai proprietari ? Solo il rischio di vedere tagliate maggiormente queste detrazioni; proprio ora che queste spese virtuose per la riduzione dei consumi dei combustibili sono doppiamente utili. Meno importazioni e minore dipendenza energetica dall’estero, per sostenere la bolletta energetica nazionale, ma soprattutto minori consumi locali. Cioè meno spese per i condomini da subito e meno immissioni inquinanti nell’aria.
Mi auguro che la giunta del sindaco Farioli non voglia convertire in delibera questa ingiustificata mozione del consiglio comunale. Non è rimandando le misure e le medicine necessarie che il paziente può guarire ! ”

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.