Continua la scommessa varesina sulle auto ecologiche

Con l'inaugurazione di 11 nuovi posteggi dedicati al servizio “car sharing”, aumenta il modello di mobilità sostenibile. Obiettivo: “Diminuire l’inquinamento da traffico”

auto elettrica primaBasta una telefonata per prenotare la tua auto elettrica che ti porta in giro per Varese. Un servizio attivo già da tempo, ma che oggi incrementa le sue potenzialità grazie a numerosi parcheggi a disposizione di chiunque voglia fare una gita senza inquinare, dal momento che le auto a disposizione sono ecologiche. Ma non solo, la vera scommessa è di poter togliere parte del traffico dalla città e sostituirlo con veicoli a basso impatto ambientale.
I nuovi parcheggi, undici, sono posizionati da oggi in più punti della città; il servizio si chiama – molti lo ricorderanno – “E-Vai”.
«Usarlo è più facile di quanto si creda», spiega Stefano Buzzi, referente commerciale di Sems, la società del Gruppo FNM che fornisce il servizio di car sharing, in collaborazione con Trenord e su iniziativa di Regione Lombardia.
«Una volta iscritti sul sito, le vetture possono essere prenotate telefonicamente chiamando il numero verde 800.500.005, anche un minuto prima dell’utilizzo. Dopodiché si riceverà un sms con un codice che consentirà l’apertura della vettura. Le chiavi si trovano già all’interno, basta accendere il motore e…vai». VEDI VIDEO
Dopo l’apertura delle postazioni di Milano Cadorna e Milano Bovisa, Varese FN, Como Lago, Erba, Pavia, Lodi, Legnano e quelle negli aeroporti di Malpensa e Linate, «E-Vai», il servizio di car sharing ecologico offre ai cittadini di Varese i nuovi parcheggi: da oggi gli utenti potranno prelevare e lasciare le auto in Via Vetera, Piazzale Alcide De Gasperi, Piazzale della Libertà, Via Monte Rosa, Via Elvio Copelli, Via Carlo Frattini, Largo Martiri della Libertà, Piazzale Domenico Bulferetti, Piazza Biroldi, Piazzale Trieste e Via Ammiraglio Francesco Caracciolo.
Il car sharing ecologico conferma così la propria costante crescita e una sempre maggiore domanda di mezzi alternativi all’auto privata. Da gennaio 2012 i noleggi sono stati più di 2.150, rispetto ai 1.550 dell’intero 2011.
Tutti possono iscriversi a «E-Vai», indipendentemente dal fatto di essere o meno abbonati al servizio ferroviario lombardo. Per iscriversi basta collegarsi al sito www.e-vai.com e seguire le indicazioni riportate. La tariffa è di 5 euro l’ora senza costi aggiuntivi legati al chilometraggio per le auto elettriche, mentre di 2,40 euro l’ora, più 0,48 euro a Km, per le auto ibride a basso impatto ambientale.
«L’obiettivo di Regione Lombardia è quello di raggiungere le 40 postazioni entro il 2013 – lo afferma l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità Raffaele Cattaneo – ‘E-vai’ è ancora nella fase dello start up, ma noi vogliamo che vada presto a regime: i numeri che sta registrando dimostrano che questo servizio piace. Dalla sua inaugurazione, avvenuta nel 2010, la crescita è stata costante, così come lo è stata la domanda di mezzi alternativi all’auto privata. Gli iscritti al servizio sono oltre 4.000, con 600 noleggi mensili. È venuto dunque il momento di pensare a forme di mobilità alternativa: l’auto privata era quella del secolo scorso, il nuovo ci porterà a sistemi in cui la parte del leone la farà il trasporto pubblico».
All’inaugurazione in Piazzale Trieste era presente anche il vicesindaco di Varese, Carlo Baroni. «Oggi iniziamo con questo servizio in collaborazione con Trenord che rappresenta un’offerta per l’utenza varesina. Tutto ciò con lo scopo di diminuire sempre di più il traffico della città e migliorare la qualità dell’aria e della vita».

Galleria fotografica

Nuovi parcheggi per il car sharing ecologico 4 di 6
di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 luglio 2012
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Nuovi parcheggi per il car sharing ecologico 4 di 6

Video

Continua la scommessa varesina sulle auto ecologiche 1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.