Corsa a tre per l’elezione del nuovo rettore

I candidati alla successione di Renzo Dionigi sono i professori Matteo Rocca, Alberto Coen Porisini e Anna Arcari. Una commissione valuterà i loro requisiti

Partita a tre per l’elezione del successore di Renzo Dionigi alla guida dell’Università dell’Insubria. E il prossimo rettore potrebbe anche essere una donna. Alle 12 di oggi, martedì 10 luglio, sono scaduti i termini per la presentazione dei nuovi nomi e dei programmi elettorali. I candidati sono i professori Matteo Rocca, Alberto Coen Porisini e Anna Maria Arcari. Oltre ad essere tutti esponenti dell’area varesina dell’ateneo due di loro, il preside Rocca e la professoressa Arcari, provengono anche dalla stessa facoltà, quella di economia.
I tre profili saranno esaminati nel pomeriggio di oggi da una specifica commissione che dovrà valutarne i requisiti richiesti dalla legge e dallo statuto e solo dopo la sua decisione si avrà l’ufficialità delle candidature.

Alberto Coen Porisini, nato a Torino classe 1961, è dal 2006 preside della facoltà di scienze matematiche, fisiche e naturali di Varese (trasformata con la riforma Gelmini in Dipartimento). È inoltre coordinatore della Commissione Risorse e membro del Senato Accademico, del Comitato Tecnico Scientifico del Centro Servizi SIC “Servizi Informatici e Comunicazione”, della Commissione Edilizia di Ateneo, del Comitato di Indirizzo Strategico previsto dall’accordo quadro tra Regione Lombardia e Sistema Universitario Lombardo. È stato inoltre responsabile scientifico di diversi progetti di ricerca a livello europeo e nazionale.
Nel suo curriculum vanta una Laurea in Ingegneria Elettronica conseguita presso il Politecnico di Milano nel 1987 e un dottorato di ricerca in ingegneria dell’informazione conseguito presso il Politecnico di Milano nel 1992. Leggi il curriculum completo
Il prorettore vicario proposto dal professor Coen è Giuseppe Colangelo, professore ordinario del Dipartimento di diritto, economia e culture di Como.

matteo rocca insubriaMatteo Rocca quarantatre anni, nativo di Lamezia Terme, il professor Rocca si è laureato in Discipline economiche e sociali all’Università Bocconi di Milano, ha successivamente frequentato il corso di dottorato in Matematica per le applicazioni economiche, presso l’Università degli Studi di Trieste. Attualmente è professore straordinario di Matematica ed è all’Università dell’Insubria dal 1998, prima come ricercatore, successivamente, dal 2006, come professore associato.
Autore di circa 60 pubblicazioni di livello internazionale, i settori di ricerca che maggiormente lo interessano sono: ottimizzazione nonsmooth; ottimizzazione vettoriale; ottimizzazione set-valued; disequazioni variazionali; convessità generalizzata.
Dal 2008 il professor Rocca è alla guida della facoltà di economia dell’ateneo.
Il prorettore vicario proposto dal professor Rocca è Stefano Serra Capizzano, direttore del Dipartimento di Scienze e alta tecnologia di Como.

Anna Maria Arcari, professore ordinario della facoltà di economia ha svolto per l’Università dell’Insubria, funzioni all’interno delle commissioni Erasmus, Internazionalizzazione, Esami di Stato e formazione per Dottori Commericalisti, vice-direzione di dipartimento (fino al 2004). Dal 2004 è presidente del Nucleo di Valutazione di Ateneo e del Comitato Pari opportunità. Si è laureata all’università Bocconi nel 1978 con una specializzazione in Amministrazione e Controllo e una tesi in organizzazione del lavoro, ha operato presso la stessa università fino al 2000, dapprima in qualità di borsista e successivamente di ricercatore. Nell’anno accademico 2000-2001 ha iniziato la sua collaborazione con l’Università dell’Insubria, inizialmente in qualità di associato e successivamente di professore ordinario, presso la facoltà di economia dell’Università dell’Insubria. Leggi il curriculum completo
Il prorettore vicario proposto dalla professoressa Arcari è Alberto Parola, professore ordinario del Dipartimento di Scienze e alta tecnologia di Como. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.