Dettori e Serra salutano la città

Il procuratore capo va a Bergamo dopo 7 anni mentre il capitano Serra lascia il comando della compagnia delle Fiamme Gialle per andare a Roma. Dettori: "Lascio una Procura di grande spessore"

Il momento dei saluti è arrivato ed è stato doppio. Salutano Busto Arsizio sia il procuratore generale Francesco Dettori, destinato a coprire lo stesso incarico a Bergamo, sia il comandante della compagnia di Busto della Guardia di Finanza, capitano Diego Serra, che andrà a Roma e verrà sostituito dal tenente Stefania Quarta

Galleria fotografica

L'addio di Dettori e Serra 4 di 10

Il saluto plurimo è avvenuto questa mattina nell’aula Falcone e Borsellino del tribunale di Busto Arsizio davanti ad un centinaio di presenti tra i quali tutti i vertici provinciali di Carabinieri, Polizia e Fiamme Gialle, magistrati della Procura, giudici con in testa i presidenti delle sezioni sia penale che civile e alla presenza del presidente del Tribunale Antonino Mazzeo, del sindaco Gigi Farioli, del presidente dell’Ordine degli Avvocati. Tutti hanno voluto prendere parte al commiato di due figure che, ognuna nel suo ruolo, hanno dato tanto alla città e che lo stesso sindaco, come ha ricordato nel suo breve intervento, ha voluto omaggiare del ringraziamento della città nel corso delle cerimonie legate alla festa patronale del 23 giugno. 

Il primo a salutare è stato Francesco Dettori, per 7 anni e 2 mesi a capo della Procura bustocca: «Quando sono arrivato qui non sapevo nemmeno dove sarei finito – ha detto con tono scherzoso il procuratore – in 7 anni abbiamo lavorato con grande intensità e unità portando a casa notevoli risultati a partire dallo spostamento del tribunale nella nuova sede fino alla ristrutturazione del vecchio palazzo che oggi è sede della sola Procura grazie all’importante contributo dell’amministrazione comunale». Il consigliere Dettori ha voluto ringraziare uno ad uno tutte le forze che lavorano nel complesso settore della giustizia: «C’è sempre stato un grando affiatamento con tutti – ha ricordato – questa comunione d’intenti ha permesso di migliorare tutto il sistema giustizia in un territorio difficile».

Il capitano Diego Serra, per  anni a Busto, ha voluto anch’egli ringraziare Procura e Tribunale: «E’ stato bello lavorare a Busto Arsizio per la professionalità di tutte le componenti e per la ricchezza di affetti che mi hanno saputo dare tutti. E’ come lasciare una famiglia». Infine ha parlato il presidente Antonino Mazzeo che ha sottolineato come la realtà giudiziaria di Busto Arsizio, in questi anni «abbia saputo costruirsi un nome all’altezza di altre importanti realtà giudiziarie fino al punto – ha proseguito Mazzeo – che oggi a Roma sanno bene dove sia Busto Arsizio e l’importanza del lavoro che svolgono la sua Procura e il suo Tribunale».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 luglio 2012
Leggi i commenti

Galleria fotografica

L'addio di Dettori e Serra 4 di 10

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.