Gazebo in piazza per firmare contro le indennità dei parlamentari

L'iniziativa a Cassano Magnago della Lista Civica Cassano Magnago. «I cittadini hanno chiesto più spazi e tempi e noi ci siamo mossi»

I cittadini hanno chiesto più spazi e tempi e loro si sono mossi. Alcuni non sanno ancora se firmeranno, ma intanto danno la possibilità agli altri di farlo.
Si tratta della firma per la proposta di referendum per abrogare l’articolo 2 della legge 1261 del 1965 che prevede un’indennità ai parlamentari. In tutti i Comuni è possibile firmare presso l’ufficio elettorale, ma la Lista Civica Cassano Magnago legata al PDL ha deciso di organizzare anche un banchetto nella mattina di sabato 14 luglio. «Alcuni cittadini ci hanno chiesto dove e quando era possibile firmare – spiegano Angelo Palumbo, presidente del Consiglio comunale, Daniele Mazzucchelli consigliere comunale e Antonio Trapanese coordinatore della lista civica -. Dalle nostre bacheche di Facebook abbiamo segnalato la possibilità di firmare presso il Comune. Ma gli orari ovviamente non vanno bene per tutti. Così abbiamo deciso di dare la possibilità di firmare anche sabato mattina».
In un’ora scarsa sono arrivate 21 firme, mentre in Comune si sono recati in un centinaio nelle ultime settimane. Fra i primi a firmare sabato mattina al gazebo anche un consigliere comunale di opposizione. 
Le firme andranno presentate entro il 31 luglio.

LEGGI QUI PER SAPERNE DI PIU’ SUL REFERENDUM

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.