I dipendenti della provincia salgono in bike sharing

I dipendenti della Provincia, per gli spostamenti di lavoro, potranno utilizzare il servizio grazie alle tessere regalate dal Comune a villa Recalcati

La tessera di bike sharingE’ un curioso ma sano "benefit" quello che sta per arrivare ai dipendenti provinciali: una tessera per il bike sharing del comune di Varese.  I dipendenti della Provincia, per gli spostamenti di lavoro, potranno così utilizzare il servizio di condivisione comunale delle bici che vede una delle sue 8 postazioni proprio in piazza della Libertà, cioè accanto alla sdede dell’ente provinciale, Villa Recalcati.

Per "siglare l’avvenimento" oggi 13 luglio 2012  l’assessore Stefano Clerici ha consegnato 12 tessere elettrniche per sbloccare l’uso delle due ruote di GimmeBike al vicepresidente della provincia Luca Marsico. «Consegno le tessere all’assessore Marsico – ha detto Clerici – che crede molto nel progetto e usa lui stesso la bici (Una bici a pedalata assistita della provincia, "residuato" dei mondiali di ciclismo, ndr) affinchè le trasferisca ai dipendenti della Provincia: in questo modo spero saranno agevolati nell’utilizzo di uno strumento alternativo all’auto. E’ un altro tasello importante nell’implementazione del servizio, che ormai è una realtà consolidata. Abbiamo contatti anche con aziende private per l’utilizzo tra il personale del bike sharing». Quanto consolidata, non è ancora dato sapere: «I bilanci non sono ancora possibili, perchè siamo a pochi mesi dalla rinascita del servizio» precisa l’assessore comunale. Certamente però è supportata da molte iniziative: il periodo di uso gratuito è passato dalla prima mezzora alla prima ora per le bici tradizionali e da 0 a mezz’ora per quelle elettriche, non costa più prendere la tessera, è in via di realizzazione l’iscrizione online, che sarà "appoggiata" alla carta regionale dei servizi ed è stata istituita anche una "tessera-noleggio" a tre euro giornaliere per i turisti, acquistabile alla sede dello Iat varesino in via Romagnosi (dietro corso Matteotti, per intenderci). Uno sforzo che vale la pena supportare.   

bike sharing: la partenza di Clerici e Marsico«Quello del bike sharing a Varese è un progetto con diverse finalità – ha aggiunto infatti Marsico – serve innanzitutto per alleggerire il traffico cittadino, che in alcune ore del giorno è caotico. E poi favorisce il benessere dei varesini, che sanno bene come anche una piccola rampa di scale e qualche pedalata in bicicletta facciano bene alla salute complessiva. Il cambio di abitudini può segnare quindi una svolta anche in questo senso: certo non abbiamo la presunzione che il bike sharing venga usato o sia diffuso come in una città pianeggiante, ma i risultati sono già confortanti». Per quanto riguarda la Provincia, il vicepresidente consegnerà le tessere ricevute oggi ai vari dirigenti delle sezioni dell’ente: starò a loro raccogliere le adesioni tra il personale delle diverse aree.

Nel corso della consegna, è stata annunciata anche la realizzazione, proprio con la collaborazione dell’ente provinciale, di due nuove postazioni: una in via Valverde, dove si trovano l’altra sede della Provincia, il liceo artistico e gli impianti sportivi, e una alla stazione di Casbeno. L’assessore Clerici ha poi confermato la volontà di aumentare le postazioni, in centro e anche alla Schiranna. Non con nuovi acquisti, ma redistribuendo il già esistente: «togliendo alcune bici dalle sedi meno utilizzate, come in via Monte Generoso, per distribuirle meglio sul territorio».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.