I sassi sono i miei, ma li mettiamo dove vuoi tu

Le notizie della mattina: l'accordo sui materiali da utilizzare nel cantiere del lungolago dopo il summit tra comune e provincia, e poi il Sacro Monte e la prostituzione in Svizzera

 

ascolta i gr


Compromesso storico tra comune e provincia

Trovato l’accordo sui sassi: possono partire i lavori alla Schiranna. Lo hanno annunciato gli assessori di comune e provincia che, fino a ieri, erano in disaccordo sui materiali da utilizzare per le sponde del lago. “Questa mattina abbiamo compiuto un nuovo sopralluogo conclusivo – affermano – verranno utilizzati i materiali indicati dal Comune, ma posizionati più arretrati come richiesto dalla Provincia. Oggi è prevista la consegna dei sassi, con inizio dei lavori».

Slot e pistole
Assalto notturno attorno alla mezzanotte di domenica all’Admiral club di corso Italia, una delle numerose sale slot di Busto Arsizio, da parte di due banditi a volto coperto, armati di pistola e accetta. Bottino: 30 mila euro.

Sacro Monte in bus
Dal 22 luglio parte un nuovo servizio turistico domenica, sarà possibile prendere il treno a Milano e pagare 10 euro per il biglietto andata e ritorno, che comprende anche un bus granturismo che dalla stazione di Varese sale fino al Sacro Monte, attraverso la funicolare.

3 Musei a 5 euro
Un biglietto cumulativo per i 3 musei a pagamento di Varese, quello dell’isolino Virginia, il castello di Masnago e villa Mirabello. Costerà 5 euro e permetterà l’ingresso con un unico ticket in tutte e tre le strutture.

I legnanesi per i poveri
Una mensa dei poveri nella sede della croce rossa in via Dunant a Varese. E’ l’importante iniziativa che sta per partire, probabilmente in autunno, grazie all’organizzazione umanitaria. La croce rossa ha organizzato con il patrocinio del comune una raccolta di fondi per il progetto, con i Legnanesi, il 28 luglio ai Giardini Estensi.

Luci rosse in rosso
Operazione di controlli della prostituzione in Canton Ticino. La polizia cantonale ha controllato 13 gli esercizi pubblici e 12 sono stati chiusi. Ulteriori 11 esercizi hanno invece chiuso autonomamente. A marzo in Ticino c’erano 33 esercizi pubblici in cui si esercitava la prostituzione, mentre attualmente ne sono rimasti solo 9.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.