I tagli alla Navigazione non fermano i battelli per Santa Caterina

Torna il servizio di collegamento tra Laveno e l'Eremo. Le corse ripartiranno il 14 luglio e saranno garantite tutti i week end

Tornano operativi i battelli del fine settimana tra Laveno e l’Eremo di Santa Caterina. La notizia è stata confermata questa mattina dall’assessore provinciale al Turismo, Francesca Brianza e dal sindaco di Laveno Graziella Giacon. Un annuncio non scontato in quanto il servizio, in forse fino all’ultimo momento, aveva corso il rischio di essere cancellato a causa dei tagli alle risorse che hanno colpito la società di Navigazione dei Laghi. Invece, dopo una trattativa che ha visto impegnata anche la Regione Lombardia, le corse riprenderanno e lo faranno a partire dal prossimo 14 luglio, quasi un mese in ritardo rispetto allo scorso anno. 
La formula proposta è quella identica all’anno scorso e
prevede l’abbinamento treno – battello, con riduzione sul costo della navigazione o viaggio gratuito utilizzando il servizio autobus (già attivo da giugno). 

«Seppur con un lieve ritardo, anche quest’anno siamo riusciti a garantire questo 

servizio – ha dichiarato Francesca Brianza –. L’amministrazione ha effettuato negli anni investimenti importanti all’eremo, con l’obiettivo di migliorare l’accessibilità e la fruibilità di questo prezioso luogo. Abbiamo lavorato anche per incrementare i collegamenti, cercando di diversificarli, ma soprattutto puntando su mezzi di trasporto meno impattanti dell’auto. Non a caso abbiamo mantenuto la possibilità di ottenere uno sconto sul biglietto del battello e la gratuità per chi invece sceglie il bus per coloro che arrivano a Laveno in treno. La promozione del nostro territorio passa anche da queste cose ed è per questo che abbiamo voluto riattivare questo collegamento e implementare quello con l’autobus, inserendo una fermata in più, che darà l’opportunità ai turisti di visitare palazzo Perabò».
Il servizio di trasporto è finanziato completamente dalla Provincia di Varese che per garantirlo ha investito una cifra di circa 20mila euro. Lo scorso anno i passeggeri sono stati 1.705, di cui 755 hanno raggiunto Laveno in treno.
«Collegamenti come questo sono fondamentali per il rilancio del turismo sulla sponda lombarda del lago Maggiore – ha commentato il sindaco di Laveno -. I paesi rivieraschi hanno bisogno di maggiori collegamenti e stanno pagando le conseguenze del taglio del Governo ai fondi per la Navigazione. Come sindaci abbiamo deciso di approvare dei documenti nei rispettivi consigli comunali e sottoporli successivamente ai politici della Regione affinché le nostre istanze arrivino a Roma». 

Tutte le informazioni sul servizio: www.vareselandoftourism.it

Leggi anche – Battelli fermi sul Verbano per lo sciopero contro i tagli

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.