Il Cairoli crea diplomati “francesi”

Il liceo classico Cairoli è uno dei tre in Italia ad aver adottato il progetto Esabac: il diploma francese. Il professor Zerba racconta i vantaggi di tale impegno

Il liceo classico Cairoli VaresePerchè uno studente del liceo classico, che impara i testi latini e greci, dovrebbe ambire a un diploma francese? Se lo è chiesto il docente del classico Cairoli di Varese Carlo Zerba che ha deciso di raccogliere l’ambiziosa sfida proponendola ai suoi allievi: « Il doppio titolo Esabac prevede un approfondimento di storia e letteratura francesi, con tre ore in più di lezione ogni settimana. Una cosa decisamente gravosa».

La parte del progetto che ha affascinato e convinto i docenti del Cairoli ( uno dei tre classici in tutt’Italia)  è stata la possibilità di studiare una quinta cultura: « Oltre all’italiano, al latino, al greco e all’inglese – ha sottolineato il docente – questi ragazzi approfondiscono gli autori francesi dal Medioevo ai giorni nostri, in parallelo con gli scrittoni italiani, in prospettiva europeista. Anche i commissari dell’Esame di Stato sono rimasti colpiti dalla preparazione degli alunni, una conoscenza che è frutto di confronti e paralleli. Le tracce del tema d’esame permetteva un’analisi molto individuale e ragionata e i miei ragazzi hanno sicuramente ben figurato».

Anche per l’Esame Esabac di storia, gli studenti del Cairoli hanno studiato gli avvenimenti dalla Seconda Guerra mondiale: « Iragazzi hanno affrontato per la prima volta l’esame Esabac e non posso che essere soddisfatto dei loro risultati. I primi diplomati sono 14 perchè era la novità. La quarta ginnaio Esabac che entrerà a settembre conta già 28 iscritti, studenti motivati che sanno di dover studiare più degli altri: 30 ore al ginnasio al posto di 27 e 34 al liceo invece di 31».

Una cammino pesante ma che permette di accrescere la propria formazione sia linguistica sia culturale. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.