Il caso Ilva. I Riva interrogati dal gip di Varese

Il nostro tribunale è stato intessato solo per rogatoria

Emilio Riva e Emilio Riva e il figlio Nicola, ex presidenti dell’Ilva, arrestati il 26 luglio per disastro ambientale nell’ambito dell’inchiesta sull’inquinamento causato dal Siderurgico di Taranto, si sono avvalsi della facoltà di non rispondere dinanzi al gip del tribunale di Varese, che li doveva interrogare per rogatoria. I due industriali si sono presentati in tarda mattinata a palazzo di giustizia, ma Varese non è coinvolta nell’inchiesta, si tratta semplicemente di una convenienza logistica legata al fatto che i Riva avrebbero una residenza nel Varesotto, nel territorio del tribunale  di Varese. Stessa linea difensiva è stata adottata stamani anche dagli altri sei dirigenti ed ex dirigenti della fabbrica arrestati a Taranto.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.