Il cimitero d’auto e la discarica accanto a Pedemontana

La zona dell'ex campo nomadi è disabitato da due mesi, ma si sta trasformando in un gigantesco deposito. Il comitato del Rione Sud denuncia l'abbandono di grandi quantità e chiede al Comune un intervento

Da un lato le automobili devastate e private di varie parti, dall’altra lastre intere di Eternit. E qua e là, l’odore nauseabondo dei rifiuti in decomposizione. A Cassano Magnago – a poche centinaia di metri dai cantieri di Pedemontana – l‘ex campo nomadi abbandonato da qualche mese si sta trasformando sempre più in una discarica a cielo aperto: «Hanno portato qui ancora nuove quantità di rifiuti, roba che ci vogliono i camion per scaricare» dicono i rappresentanti del Comitato Rione Sud, che vuole portare all’attenzione il degrado di questa zona (che sarebbe di bosco, il poco rimasto, e di campi agricoli). «Sappiamo che l’area è privata, ma il Comune deve intervenire per far rispettare le regole» dice Lino Santinello, membro del comitato ma anche consigliere comunale d’opposizione. Nella zona ci sono almeno una mezza dozzina di veicoli semidistrutti, montagne di rifiuti, i resti delle baracche e delle roulotte dei nomadi, ma anche intere lastre di Eternit, di amianto pericoloso scaricato qui – pare – solo da pochi giorni. Il rischio è anche legato agli incendi: in passato è capitato più volte (i nomadi bruciavano materiali per recuperare il ferro), ora che l’area è abbandonata potrebbe essere peggio. «Il fumo che si alza quando ci sono gli incendi è bello denso, passa sull’autostrada e arriva alle case del rione Sud», denuncia ancora il comitato, appellandosi al sindaco per il rispetto delle norme sanitarie e per la repressione degli abbandoni di rifiuti. «Basterebbe una telecamera sull’unica strada di accesso alla zona».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.