Il Comune lancia il fondo per i lavoratori in crisi

Costituito con un importo di 20mila euro, è riservato a chi ha perso il lavoro, è in mobilità o in cassa integrazione. Sindaco e assessori ci mettono il 10% dell'indennità, lanciano l'appello ai cittadini a contribuire

Un fondo destinato ad aiutare le persone che hanno perso il lavoro, in questa nuova e più dura fase della crisi economica: lo lancia il Comune di Cardano al Campo e avrà un importo iniziale di 20mila euro. «Sarà riservato ai lavoratori in crisi, in cassa integrazione, mobilità o licenziati per motivi economici» spiega la sindaca Laura Prati. «Si potrà attingere al fondo per pagare i servizi comunali, la mensa, il doposcuola, gli asili nido, la Tarsu, l’Imu». Il primo finnziamento del fondo è di 20mila euro, in parte recuperati anche grazie alla riduzione volontaria del 10% delle indennità di sindaco, giunta e presidente del consiglio Elena Mazzucchelli.

Il fondo, in ogni caso, è aperto e l’amministrazione spera che in questa fase ci sia un contributo volontario anche da parte di altri cittadini, avendo la garanzia che sarà utilizzato solo per casi di difficoltà nate dalla perdita del lavoro: le donazioni volontarie potranno essere fatte alla Tesoreria Comunale di Cardano al Campo, codice Iban IT 79 A 03204 50070 000 000 000 610.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.