Il Coro da Camera di Varese vola a Borgogna

Il coro varesino parteciperà, dal 22 al 29 di luglio, alla 37° edizione del Festival di arte vocale e strumentale “Musique en Morvan”

Il Coro da Camera di Varese (www.corodacamera.it) parteciperà, dal 22 al 29 di luglio, alla 37°
edizione del Festival di arte vocale e strumentale “Musique en Morvan” (www.musique-en- morvan.org), una delle più grandi manifestazioni musicali della Borgogna (Francia). Il Festival è stato istituito nel 1975 e, da allora, molti cori provenienti da tutto il mondo sono giunti nella città di Autun, per esibirsi davanti ad un pubblico fedele e sempre più numeroso. In seguito alla creazione, nel 2008, dell’Académie Règis Pasquier, con la presenza di importanti strumentisti francesi e del direttore d’orchestra Pierre Cao, il Festival ha ottenuto la sua definitiva consacrazione tra i migliori di Francia. Il Festival è concepito in modo originale: i cori partecipanti e l’orchestra dell’Académie Règis Pasquier si esibiranno ogni sera in alcuni dei più bei luoghi architettonici della Borgogna mentre durante il giorno lavoreranno insieme alla preparazione dei due grandi concerti di chiusura, nei quali il Coro da Camera di Varese e il coro New Dublin Voices (Irlanda), eseguiranno il Requiem di Maurice Duruflé, nella versione per coro e orchestra, con la direzione di Pierre Cao. I due concerti conclusivi del Festival si terranno nelle cattedrali di Autun e di Avallon. 
E’ dunque un onore, per il coro varesino diretto dal M° Gabriele Conti, partecipare al “Musique en Morvan”, anche perché solitamente i cori invitati sono scelti tra i migliori al mondo, ovvero tra i vincitori dei grandi concorsi internazionali di Arezzo, Debrecen, Gorizia, Tolosa, Tours, Varna. In effetti, i contatti tra l’organizzazione del Festival e il Coro da Camera di Varese risalgono al concorso nazionale di Arezzo dello scorso settembre, vinto poi proprio dalla formazione varesina. Per il coro della Città Giardino, che è nato a metà degli anni novanta tra le mura del Civico Liceo Musicale e che solo dal 2008 se ne è staccato costituendosi in Associazione, si tratterà pertanto di un’esperienza sicuramente intensa ed emozionante, ma anche di uno stimolo con la precisa richiesta di conferma di uno standard qualitativo ormai sempre più elevato.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.