Il maresciallo in carcere nega le violenze: “Mai picchiato mia moglie”

L'uomo, arrestato lunedì per maltrattamenti in famiglia e lesioni gravi,dal carcere respinge al mittente le accuse della moglie che lo ha denunciato per maltrattamenti e lesioni. I farmaci dopanti? Uso personale

Nega tutto il maresciallo 51enne, originario di Salerno e in forza alla caserma Nato "Ugo Mara" di Solbiate Olona accusato di aver perpetrato maltrattamenti in famiglia ai danni della moglie e del figlio e attualmente detenuto dopo l’arresto eseguito dalla Squadra Mobile di Varese su richiesta al gip Patrizia Nobile da parte del sostituto procuratore di Busto Arsizio Nadia Calcaterra.
L’interrogatorio di garanzia si è svolto questa mattina, venerdì, proprio alla presenza del giudice Nobile e del magistrato bustocco, unitamente al legale del maresciallo Monica Usseglio. 

Secondo quanto riferito dallo stesso militare le accuse formulate nella denuncia sarebbero false e l’uomo le avrebbe respinte al mittente dicendosi profondamente innamorato della moglie. L’uomo avrebbe anche sostenuto che la moglie avrebbe una relazione extra-coniugale da tempo e che la sua gelosia sarebbe stata dettata da questa convinzione e che la stessa donna facesse uso di psicofarmaci che ne altererebbero la lucidità. Una gelosia quella del maresciallo che, però, non sarebbe sfociata mai in aggressioni violente. L’uomo è apparso molto calmo e presente a se stesso e ha anche fornito una sua spiegazione alla massiccia presenza di farmaci dopanti all’interno dell’abitazione che gli sono valsi anche l’accusa di commercio di farmaci proibiti: secondo quanto riferito quegli anabolizzanti sarebbero serviti per un uso strettamente personale in un quantitativo che sarebbe bastato per circa tre mesi. L’uomo, assiduo frequentatore di palestre, ha anche detto di non farne uso da qualche tempo. Il giudice si è riservato la decisione sulla conferma della custodia cautelare.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.