Il teatro d’estate porta in viaggio

Il viaggio è il tema che lega gli spettacoli della rassegna estiva promossa dal Comune e inserita in un programma più ampio

A Cardano al Campo l’estate porta il teatro nelle strade e nelle piazze: ScenAperta è la rassegna di quattro serate promossa dal Comune nei quattro venerdì del mese. Gli spettacoli sono sul tema del viaggio e del Ritmo delle Città, sia per ragazzi che per adulti, sia recitata che suonata. Si inizia venerdì 6 luglio sera con "Di suoni e d’asfalto", di Eugenio Allegri. Gli spettacoli si tengono in piazza Mazzini, con inizio alle 21.30; in caso di maltempo invece in Sala Pertini (via Verdi). L’ingresso è gratuito.

Il programma completo

Venerdì 6 Luglio
Di suoni e d’asfalto
Un ventaglio di personaggi diversi si esibisce in numeri di giocoleria, magia, danza, musica e teatro… Madame Rebiné ha fatto della risata il proprio logo. Un’esplosione di personaggi eccentrici inseriti in un cabaret burlesco. Delle vite rinchiuse in un palcoscenico che esplodono a suon di risate e performances virtuose.
Madame Rebinè invita tutti a partecipare al suo cabaret comico e virtuoso, musicale e ballerino, magico e reale. Un spettacolo comico, poetico e conviviale che coinvolge e diverte.

Venerdì 13 Luglio
Marco Polo
testo e regia Andrea Cereda – con Andrea Cereda – Ditta Gioco Fiaba
C’era una volta… un uomo chiamato Marco Polo.Ma quell’uomo c’è ancora! E’ tornato per raccontare, come faceva per il grande Kublai Kan. Ma forse ora non racconta più solo all’imperatore… – Dai 6 agli 11 anni

Venerdì 20 Luglio
L’isola del tesoro
testo e regia Luca Ciancia – con Luca Ciancia, Luca Follini e Massimiliano Zanellati Liberamente tratto da “l’Isola del Tesoro” di R. L. Stevenson – Ditta Gioco Fiaba
Uno spettacolo comico e avventuroso dove, tra colpi di scena e misteri da dipanare, attori e spettatori salperanno insieme per una fantastica “caccia al tesoro” – Dai 6 agli 11 anni

Venerdì 27 Luglio
Attento si scivola
scritto, diretto e interpretato da Alessandro Larocca e Andrea Ruberti – scene, costumi e luci Alessandro Larocca, Andrea Ruberti – musiche Gipo Gurrado – I fratelli caproni
Due strani individui in frac, bianchi e polverosi quasi fossero usciti da un ripostiglio,arrivano sulla scena. Sembrano smarriti, aprono porte immaginarie come se cercassero una via di fuga o di arrivo fino a trovarsi faccia a faccia col pubblico. Sorpresi o forse impauriti cominciano lo show…

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.