L’olandese volante conquista anche Lonate Pozzolo

Marianne Vos in maglia rosa vince anche la tappa varesotta del Giro Donne; per lei quinto successo in otto frazioni. Niente da fare per Cantele e Carretta

Eddy Merckx o Alfredo Binda? Cannibale assoluto o atleta capace di dominare una corsa a tappa in tutto e per tutto? I paragoni al maschile si sprecano per Marianne Vos, fenomenale talento del ciclismo rosa che oggi a Lonate Pozzolo ha vinto con la maglia rosa sulle spalle l’ottava tappa del Giro Donne, la quinta conquistata dalla campionessa olandese.
La frazione varesina, scattata alle 12,30 da Crugnola di Mornago, sembrava dedicata alle velociste con l’attesa sfida tra la tedesca Teutemberg e l’iridata Bronzini pronte a lasciare il segno, e invece Vos ha voluto prendersi anche questo traguardo, conducendo una fuga a tre nel finale con altre due "big" come Judith Arndt ed Evelyne Stevens, poi battute allo sprint.
Niente da fare, anche questa volta, per le varesine Noemi Cantele e Valentina Carretta, molto attese dal pubblico di casa ma non in grado di essere profete in patria. Il loro impegno non è certamente mancato: la caravatese della MCipollini ha infatti vinto il primo traguardo volante di giornata mentre la capitana del Team BePink si è vista spesso in testa al gruppo e nel finale è stata tra le più attive nel tentativo di ricucire la fuga che poi si è rivelata vincente. L’azione è nata a poco più di 20 chilometri dall’arrivo: Vos, Arndt e Stevens hanno allungato e al loro inseguimento è uscita anche Emma Pooley che però, avendo perso la ruota delle prime, è rimasta a "cuocere" a metà strada fino al riassorbimento da parte del gruppo. Il vantaggio del terzetto è invece cresciuto, seppure leggermente, fino a circa 40" così le fuggitive hanno potuto preparare la volata senza preoccuparsi di eventuali rimonte. Sul rettilineo di arrivo in via Matteotti la maglia rosa ha confermato di essere più veloce delle rivali tagliando il traguardo con qualche metro di vantaggio.
Ancora più solida quindi la posizione di leader di Vos in classifica generale con Stevens e Pooley che si confermano al secondo e terzo posto. Giù dal podio virtuale invece le prime italiane, Luperini e Guderzo mentre le varesine sono molto lontane.
Domani – sabato – la nona e ultima tappa: 106,9 chilometri tra Sarnico e Bergamo con l’asperità più dura prima di metà gara a Bianzano e un altro strappo sul Colle di Pasta a una decina di chilometri dal traguardo. Vediamo quindi se Vos farà "6 su 9" (Binda riuscì a vincerne 12 su 15…) o se si accontenterà di vincere il Giro Donne per il secondo anno consecutivo.

Galleria fotografica

Giro Donne, nel Varesotto l'ottava tappa 4 di 36
di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 luglio 2012
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Giro Donne, nel Varesotto l'ottava tappa 4 di 36

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.