La Farnesina conferma: “Liberata Rossella Urru”

La cooperante sarda era stata rapita nell'ottobre scorso ed è ora nelle mani dei mediatori insieme ai due colleghi spagnoli che erano stati rapiti con lei. Gioia di Napolitano e della famiglia

Questa volta è arrivata la conferma della Farnesina, Rossella Urru è stata liberata: la conferma tanto attesa è arrivata alle 19,36 di oggi, mercoledì. La cooperante sarda, rapita dal Movimento per l’unità e la Jihad in Africa Occidentale il 23 ottobre 2011 insieme a due colleghi spagnoli, è ora nelle mani dei mediatori a Timbuctù, in Mali, e presto tornerà in Italia per riabbracciare dopo nove mesi di prigionia la sua famiglia.

Il ministro degli esteri Giulio Terzi ha commentato: "Una bellissima notizia. Speriamo di poterle parlare quanto prima. Ho portato i saluti del presidente Napolitano ai familiari che sono qui con noi all’unità di crisi", ha detto. Rossella è "il simbolo del coraggio, della dignità e della fierezza delle donne italiane, che lavorano in terreni di cooperazione e rappresentano la dignità, l’orgoglio e la grandezza del nostro Paese" – ha aggiunto il ministro. Secondo quanto dichiarato dal leader del movimento islamista Mohammed Ould Hicham all’agenzia Afp «i tre ostaggi possono essere considerati liberi perchè sono state rispettate le nostre richieste». Le condizioni erano il rilascio di tre militanti islamisti detenuti in un paese islamico e il pagamento di un riscatto.

La notizia della liberazione è arrivata anche nel paese di Samugheo, dove abitano i familiari della ragazza, dove si sta già festeggiando e il parroco ha suonato le campane in segno di gioia per la bella notizia. Graziano Urru, il padre della ragazza, che con la moglie e gli altri due figli si trova a Roma, parlando col sindaco del paese Antonello Demelas ha espresso parole di gioia e ringraziamento.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 luglio 2012
Leggi i commenti

Video

La Farnesina conferma: “Liberata Rossella Urru” 1 di 1

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.