La fotografia torna protagonista a Busto Arsizio

Si terrà dal 13 ottobre al 25 novembre il terzo Festival Fotografico Italiano della fotografia. In programma seminari, workshop, proiezioni, multivisioni, letture dei portfolio, presentazione di libri, premi di fotografia

L’Archivio Fotografico Italiano, con il contributo e il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura Giovani e Futuro del Comune di Busto Arsizio (Va), e con il patrocinio dei comuni di: Gorla Maggiore, Gorla Minore, Solbiate Olona, Fagnano Olona, Marnate e Olgiate Olona, con il sostegno e il patrocinio del PLIS e in collaborazione con EPSON Italia – Sponsor Tecnologico, Fondazione Montevecchio di Samarate (Va), della Fondazione Torre Colombera di Gorla Maggiore (Va), dell’Istituto Italiano di Fotografia, dell’Istituto Cinematografico M. Antonioni, dell’Archivio del Cinema Industriale LIUC, e di tante altre realtà culturali, organizza dal 13 ottobre 2012 al 25 novembre 2012 il 3° Festival Fotografico Italiano. 

Galleria fotografica

Festival Fotografico Italiano 4 di 8

La fotografia torna protagonista a Busto Arsizio, con un evento nazionale che prevede oltre 30 mostre sparse in città, seminari, workshop, proiezioni, multivisioni, letture dei portfolio, presentazione di libri, premi di fotografia, intrattenimenti musicali, cinema e iniziative correlate che animeranno un evento che si prefigge di coinvolgere un ampio pubblico. L’iniziativa nasce dal desiderio di proporre un evento culturale in Lombardia dedicata alla fotografia d’autore in una città, quella di Busto Arsizio, la più grande dell’alto milanese, situata sull’asse del Sempione, che mette in comunicazione Milano, la vicina Svizzera e la Francia, in un susseguirsi di paesaggi inebrianti, dalle Prealpi Varesine al Lago Maggiore, apprezzati da un turismo internazionale, e quindi occasione per un lieto soggiorno per quanti, partecipando all’evento o si fermeranno più giorni nel territorio. Una proposta ideata per attrarre un folto pubblico da diversi luoghi, anche stranieri, proponendo un percorso visivo che si dirama dalla fotografia storica alla documentazione d’archivio, alle ricerche creative. Tanti gli ospiti di rilievo e i giovani talenti che mostreranno i propri lavori, favorendo un dialogo con gli appassionati, gli studiosi e i professionisti del settore. Non la consueta rassegna, ma un progetto articolato che interesserà l’intero territorio, tra spazi pubblici e privati, gallerie, librerie, studi di architettura e de leganti punti vendita. Un evento realizzato con risorse esigue, reso possibile dalla passione dei membri dell’Archivio Fotografico Italiano e di tutti gli ospiti che hanno aderito attivamente con passione e con il desiderio di promuovere la fotografia d’autore, anche in tempi di ristrettezza economica, con ingresso gratuito a tutte le iniziative.

I numeri del festival:

MOSTRE: oltre trenta, tra le esposizioni più rilevanti segnaliamo Elio e Stefano Ciol, Franco Pagetti, Inge Feltrinelli, Franco Donaggio, Nino Leto, Istituto Italiano di Fotografia, Maurizio Galimberti, Claudio Argentiero, Louis Bourjac. Otto i comuni coinvolti che offriranno spazi e visibilità attraverso i propri canali informativi (web, mail, biblioteche, brochure, giornalini comunali, volantini, etc.) informando circa 80.000 cittadini solo nel territorio, oltre alle migliaia di contatti gestiti dall’AFI e dai collaboratori a livello nazionale e non solo. 

EVENTI CORRELATI: circa 20 gli incontri in programma che si alterneranno tra proiezioni e multivisioni, incontri con gli autori, registi e direttori della fotografia presentazione di libri, visite guidate e premiazioni. 

DIDATTICA CON LE SCUOLE: diverse le scuole che hanno aderito con un proprio progetto, oltre all’Istituto Italiano di Fotografia di Milano e all’Istituto Cinematografico M. Antonioni. In programma visite guidate con gli istituti del territorio e laboratori sulla fotografia. FOTOGRAFIA E CINEMA: uno stretto rapporto che sarà approfondito con incontri, seminari e proiezioni, per comprendere meglio il ruolo del direttore della fotografia in ambito cinematografico. 

OSCAR DEGLI AUDIOVISI: collegato a un concorso nazionale per audiovisivi fotografici, è prevista una serata incui saranno proiettati i lavori segnalati e premiati dalla Giuria, con la consegna ai vincitori di premi in denaro al fine di sostenere i progetti autoriali.

EDITORIA: oltre ai libri dei singoli autori invitati, l’Archivio Fotografico Italiano presenterà tre nuovi libri della propria collana editoriale:
1)Terre, Identità,Territorio – l’Agricoltura Italiana vista dalla fotografia – autori vari
2) La Provincia del fare – Ritratti del mondo del lavoro in provincia di Varese di Claudio Argentiero e Davide Niglia
3) Sguardi dalla Valle – La valle Olona, un percorso tra storia e contemporaneità passando dal paesaggio all’archeologia industriale, dall’architettura al ritratto.

Progetto per un Archivio Fotografico del Territorio dei comuni della valle in fase di studio. LETTURA DEI PORTFOLIO: la lettura dei portfolio rappresenta un importante momento di confronto tra esperti
qualificati e autori, che trovano in quest’ appuntamento delle opportunità di crescita e di espansione del proprio lavoro. Ogni anno l’AFI sceglie alcuni fotografi indicati dagli esperti per mostre personali e collettive, offrendo loro ampia visibilità, anche in contesti nazionali e internazionali.

CORSI-WORKSHOP-SEMINARI: ricco il programma dei corsi e dei workshop su tematiche differenti: Ritratto, lightroom, come comporre un portfolio fotografico, photoshop, creatività e multivisione, come gestire le immagini sui nuovi media, etc.
Al fine di promuovere ampiamente gli autori e l’evento, sarà realizzato un elegante catalogo, una guida alle mostre e agli appuntamenti in calendario, un sito specifico www.festivalfotograficoitaliano.it e banner orientativi che indicano il percorso cittadino delle mostre.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 luglio 2012
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Festival Fotografico Italiano 4 di 8

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.