Lara Comi (Pdl): “Il partito è con Silvio, senza se e senza ma”

Il coordinatore provinciale serra i ranghi, difende Formigoni e anche la leadership di Berlusconi

Il segretario provinciale del Pdl Lara Comi detta la linea al suo partito e serra i ranghi. Silvio Berlusconi non si tocca, è lui il leader, e tutti saranno compatti dietro al suo nome.

Berlusconi
«Noi siamo convinti che nel momento in cui si ricandiderà lo sosterremo senza se e senza ma – afferma l’europarlamentare – il rinnovamento avverrà certamente nella scelta delle liste e nella legge elettorale, con un premio di maggioranza allegato al partito, e il ritorno delle preferenze, con la candidatura di persone legate al territorio, e che dovranno avere un consenso sul territorio stesso».

Formigoni
«Non ha posto incertezze nel sostenere Berlusconi nel momento in cui deciderà di candidarsi. La sua posizione è stata espressa in una intervista a Il Giornale e anche in televisione a La 7. E’ importante perché anche i suoi amici saranno compatti nel sostegno a Berlusconi, questo è quello che risulta anche dalla posizione espressa da Rete Italia, il gruppo che si riconosce in Formigoni, Maurizio Lupi e l’onorevole Mario Mauro, che è comunque più esteso della semplificazione che attribuisce questi esponenti al movimento di Cl . Anche loro sono coscienti che Berlusconi è l’unico che riesce a tenere unito il centrodestra. Inoltre, aggiungo che per quanto riguarda la posizione del presidente Formigoni nell’inchiesta che lo coinvolge, gli esprimo la piena solidarietà del Pdl provinciale. Sono d’accordo con quanto ha dichiarato, ovvero, ma è tutto qua? L’avviso non ha nulla di nuovo da quello che da tempo vediamo sui giornali»

Cattaneo
L’assessore regionale ai trasporti, qualche giorno fa, ha criticato la scelta di Berlusconi come candidato premier, Lara Comi che ne pensa?
«Formigoni ha risposto per tutti, quando parla uno degli esponenti più alti di Reteitalia, dicendo che i suoi amici la pensano come lui, direi che non c’è altro da aggiungere».

Primarie
«Sono favorevole se non viene candidato Berlusconi, ma è naturale che sono contraria se si tratta di Silvio, la sua leadership per me è indiscussa».
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.