“Lazzaroni, un pioniere del Made in Italy”

Giovanni Brugnoli, presidente degli industriali della provincia di Varese, ricorda la figura di Luigi Lazzaroni, senza dimenticare la sua passione per la memoria e la cultura dell'industria del Novecento

«Con la morte di Luigi Lazzaroni la nostra provincia non perde solo un importante esponente dell’imprenditoria locale, ma un uomo che all’attività di impresa aveva saputo coniugare l’impegno per la promozione culturale dell’industria». Così Giovanni Brugnoli, Presidente dell’Unione degli Industriali della Provincia di Varese, ricorda la figura di Lazzaroni, rappresentante della famiglia che ha fatto la storia dell’industria alimentare italiana con un prodotto particolare – l’amaretto -, ma anche uomo di cultura, capace di generosità e passione nel tramandare la storia dell’industria. «Un’attività, quest’ultima, portata avanti attraverso il Museo delle Industrie e del Lavoro del Saronnese con il quale ha voluto tramandare ai giovani la memoria dei  grandi successi del sistema manifatturiero della zona. Successi che hanno contribuito a fare grande il Made in Italy in più di un settore, non ultimo quello a cui lo stesso Lazzaroni apparteneva: l’alimentare di cui è stato un importante esponente. Non solo per la capacità di creare prodotti apprezzati dal mercato italiano, e internazionale, ma, anche in questo caso, per il suo essere pioniere nell’accompagnare i  biscotti con confezioni dalla qualità iconografica sopraffina. Le famose scatole di biscotti con cui ha contribuito, a suo modo, a promuovere in maniera leggera l’arte italiana oltre i nostri confini. Quello che oggi definiremmo packaging di alta qualità».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.