Le scommesse che spaventano i biancorossi

L'inchiesta sulle combine della serie B tocca anche la squadra del Varese

ascolta il gr

Varese rischia punti di penalità
C’è anche il Varese 1910 tra le 13 società deferite dalla Procura Federale alla Commissione Disciplinare in relazione all’inchiesta sul calcioscommesse. Il deferimento è a titolo di responsabilità oggettiva ed è dovuto a una serie di contatti – già noti – intercorsi tra l’ex difensore biancorosso Emanuele Pesoli (oggi al Verona) e uno degli uomini chiave dell’inchiesta sviluppatasi a Cremona, Carlo Gervasoni, allora al Piacenza. Il Varese rischia alcuni punti di penalità.

Tartaruga famelica
Nell’orto di una casa di Lonate Pozzolo è stata rinvenuta una tartaruga azzannatrice che normalmente vive in Canada o Stati Uniti.
L’animale, un predatore carnivore di oltre 15 chili, è stato visto da un pensionato che ha chiesto l’intervento del Corpo Forestale. Ora è affidato a un veterinario. Con molta probabilità è stata abbandonata.

Il ciclista d’oro
Fabrizio Macchi spegne 42 candeline pensando a Londra
Oggi il varesino campione di ciclismo per disabili compie 42 anni, ma non si sente affatto vecchio per puntare all’oro nella quarta Paralimpiade. I Giochi per lui iniziano il 31 agosto con l’inseguimento in pista e proseguono il 5 settembre con la cronometro e il 6 con la prova in linea.

Trasforma l’oro in rottami
Un’evasione da 300mila euro e violazione delle norme antiriciclaggio e di pubblica sicurezza. È l’esito delle verifiche della guardia di finanza in un "compra-oro" di Busto Arsizio. Per non addebitare l’iva al momento della rivendita dei gioielli e preziosi usati, ha ceduto i beni acquistati dichiarandoli come rottami d’oro, cioè come beni inservibili che, perdendo la loro “funzione di ornamento”, sono destinati esclusivamente alla fusione.

Meduse antiche
Il museo archeologico di Arsago Seprio raddoppia grazie a un investimento da 30mila euro, Nei locali del piccolo spazio espositivo del paese vi saranno anche Meduse e organismi preistorici fossilizzati

Stampella pazza
Curiosa aggressione a Glarona in Canton Ticino, un uomo in stampelle si è arrabbiato con l’impiegata di un chiosco di tabacco che gli chiedeva di comportarsi educatamente e l’ha picchiata in testa con l’attrezzo dopo essere saltato sul banco. Poi è fuggito ma non è andato lontano ed è stato fermato dalla polizia. Il chiosco ha subito danno ingenti.
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.