Luci spente per tenere “al fresco” il tribunale

L’aula delle udienze è quasi senza finestre e permettere l’uso di un condizionatore senza far venire meno l’elettricità i dipendenti spengono le lampadine del palazzo

Tribunale a luci spente per evitare il balck out. Il palazzo di giustizia saronnese ha trovato una singolare soluzione per poter svolgere le sedute nell’aula delle udienze: per permettere di tenere acceso il condizionatore in questi giorni di caldo ed evitare che salti in continuazione la corrente, vengono spente le luci del resto del palazzo.
Non si può fare altrimenti perché l’aula delle udienze è praticamente senza finestre e con l’arrivo di questi caldi il rischio è di avere un’aria irrespirabile. Quindi, al posto di alzare il voltaggio del contatore, che comporterebbe dei costi aggiuntivi, i dipendenti si sono ingegnati in questa maniera: per evitare che la corrente venisse meno in continuazione, facendo saltare computer e impianti microfonici nell’intero palazzo, la soluzione giusta è spegnere le lampadine negli uffici e tenere acceso il condizionatore.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.