“Mi hanno rubato le api”, nei guai trentenne

Undici alveari sottratti hanno fatto scattare le indagini dei carabinieri che hanno denunciato un trentenne

api mieleEra un vero e proprio "giallo" di mezza estate la sorta di quegli undici alveari letteralmente "volatilizzati" a Castello Cabiaglio. Tante, tantissime api del valore commerciale di 5.000 euro che quell’apicoltore ha visto sparire in poche ore.
Chi fine hanno fatto? Scatta la denuncia ai carabinieri di Cuvio, presentata ieri mattina, lunedì, in caserma.
I militari hanno fatto partire le indagini e dai primi accertamenti è risultato che il reato, per le modalità e per la particolare merce sottratta, era sicuramente maturato all’interno dell’ambiente che gravita intorno all’allevamento delle api e alla produzione del miele.
Ricerche, domande, confidenze: il cerchio nell’ambiente si è stretto attorno ad un uomo di 30 anni di Orino, quindi conoscitore della zona, e residente a Besozzo. La sua attività è stata sottoposta ad accertamenti così in serata, presso l’attività commerciale dell’uomo, i carabinieri di Cuvio, portatisi per fare un controllo, hanno rinvenuto gli alveari sottratti, con relative api e il miele prodotto.
La merce, di elevato valore commerciale, è stata restituita all’avente diritto, mentre un 30 enne è stato denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica di Varese. Dovrà rispondere di furto aggravato.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.