Neto: “Spero che Giulio resti con noi”

Il brasiliano ha un'ottima intesa con Ebagua: "A Varese ha sempre fatto bene". De Luca, letterina a Mangia: "Merita l'under 21, voglio meritarmi la convocazione"

Se Giulio Ebagua è il giocatore su cui i tifosi del Varese si sono divisi, Leonidas Neto Pereira e Giuseppe De Luca sono i talenti coccolati da tutto il popolo biancorosso. La conferma è venuta oggi a Masnago dove i due attaccanti sono stati accolti da un’autentica ovazione al loro ingresso in campo e al momento di tornare negli spogliatoi.

Neto Pereira potrebbe essere il prossimo capitano biancorosso visto l’addio di Camisa ed è da poco rientrato dalle ferie: "Un po’ in Brasile e un po’ in Italia, in Sardegna per la precisione. Sono le mie due patrie e amo trascorrere così le vacanze".
Il numero dieci ringrazia i tifosi per l’affetto: "Un’accoglienza simile mette addosso la carica giusta. Io a Varese continuo a ricevere tanta stima e non posso che ringraziare la gente e provare a contraccambiare: è una situazione che mi fa molto piacere". Il brasiliano tra l’altro non è stato toccato da voci di mercato: "E non ci ho nemmeno pensato: ho preferito dedicarmi alla mia famiglia per poi tornare nella mia squadra".
Leo è amico di Ebagua: evidente il suo imbarazzo quando il nigeriano è stato contestato: "Con Giulio ho sempre avuto un ottimo rapporto e credo che quando ha giocato con il Varese abbia sempre messo il massimo impegno, senza mai tirarsi indietro. Tra noi in campo c’è anche una buona intesa e personalmente mi auguro rimanga, anche se so che questi fischi fanno parte del calcio".

Chi sul mercato è conteso è invece la Zanzara, Giuseppe De Luca: "Vediamo come vanno le trattative di cui sento parlare – spiega – Io al Varese sto molto bene e rimarrei volentieri perché sono cresciuto con questi colori addosso. Bisogna però capire che tipo di offerta arriverà alla società, staremo a vedere. Certo un’altra annata di gol in biancorosso mi piacerebbe". Il mercato però è argomento delicato, così De Luca si rilassa parlando di… Nazionale under 21. "Ho subito fatto i complimenti a Mangia perché se li merita tutti. Gli ho scritto un messaggio e mi ha richiamato… ma non per una convocazione! Scherzi a parte, mi auguro che tenga in considerazione anche me ma so benissimo che devo meritarmi la chiamata. L’under 21 è importantissima, i rapporti tra di noi non contano: dovrò farmi notare a suon di gol".

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.