“No a spazi politici ai Venerdì Bianchi”. Scoppia la polemica

I simpatizzanti della Lega accusano su Facebook l’amministrazione di essere censurati. L’assessore Botta: “Deciso coi commercianti e proloco solo spazi motivi ludici, culturali o ricreativi”

«Coni commercianti e la Pro Loco abbiamo deciso di concedere gli spazi solo per motivi ludici, culturali o ricreativi». È la risposta che l’amministrazione comunale ha dato alla Lega Nord che aveva chiesto il permesso per poter posizionare un Gazebo durante i “venerdì bianchi”, le serate coi negozi aperti con eventi in programma tutto il mese di luglio.

La questione è finita su Facebook dove i simpatizzanti della Lega Nord hanno diffuso la lettera di risposta dell’amministrazione comunale, accusando il sindaco Laura Cavalotti e l’assessore alla cultura Andrea Botta, di praticare una censura nei loro confronti.

A rispondere è direttamente Botta che spiega il perché sia stata presa questa decisione: «Il motivo della decisione è che ci sia un tempo adatto per tutte le cose e, nel caso dei venerdì bianchi, ci è sembrato opportuno che si facessero solo eventi di tipo ludico/ricreativo o commerciale. Alla politica altri… momenti, altri luoghi che non verranno certo negati, ma vogliamo lasciare quella bella iniziativa (come noto non idea nostra, ma le cose buone si devono proseguire!) come un momento di svago e intrattenimento per tutta la cittadinanza».
«Quindi – conclude Botta – se i partiti hanno qualcosa da dire alla città, facciano richiesta negli spazi normalmente concordati. Voi avete una sede in centro? Apritela venerdì sera e invitate la gente, ma per i banchetti lasciamo la finalità propria dei Venerdì Bianchi. A mio avviso, è bene che rimangano luogo da riempire con iniziative di incontro e intrattenimento». 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.