Non c’è il numero legale, salta la commissione

La nota del gruppo consigliare "Progetto Castiglione"

Riceviamo e pubblichiamo

Due assenti su tre nelle file della maggioranza (assenti Madella e Amicarelli, presente solo Forese) e Progetto Castiglione (con il Consigliere Frigè) rimane sulla porta. Salta anche la Commissione Bilancio e Finanze del 26 luglio, che valeva come presentazione al Consiglio del Bilancio di previsione 2012, rivisto dopo il clamoroso rinvio del 4 luglio scorso. Commissione da riconvocare che fa slittare anche la prossima seduta consigliare, prevista per il 10 agosto, perchè tra la Commissione e il Consiglio devono passare i 15 giorni di Legge.

Altra dura batosta per l’Amministrazione Poretti alle prese con un braccio di ferro tutto interno. Nella maggioranza nessun accordo e nessun passo avanti rispetto alle posizioni dell’ultimo Consiglio Comunale. Sul tavolo solo alcune ipotesi tutte orientate ad aumentare l’Imu e Irpef.
Intanto la macchina amministrativa è bloccata e nessun provvedimento può andare avanti per impossibilità degli uffici a provvedere alla copertura finanziaria.

Nella nostra analisi, anche alla luce di quest’ultimo accadimento, non possiamo che riconfermare la nostra -sconfortata- opinione riguardo il Sindaco Poretti e la sua maggioranza: una pericolosa e tragicomica sintesi di irresponsabilità ed incapacità.

Irresponsabilità; perché, dopo la bocciatura del bilancio del 4 luglio, già inaccettabile di per sé, da amministratori seri ci si aspetterebbe la massima accortezza. Invece, considerate anche le difficoltà degli enti locali aggravate dalle prospettive di ulteriori tagli, il Sindaco Poretti prosegue nella sua vacanza al mare, e dalla maggioranza non è ancora arrivata una proposta definitiva sul bilancio (che deve essere tassativamente approvato entro il 31 agosto).
Amministrare una Città come Castiglione significa anche e soprattutto sacrificio e dedizione, passione e gratuità. Oggi il nostro Sindaco rappresenta quanto di più lontano si possa immaginare da parte di un buon amministratore pubblico. Chiunque di noi avesse la responsabilità derivante da un incarico istituzionale così importante e unico nel suo genere come essere Sindaco di Castiglione Olona, oggi sarebbe saldamente al proprio posto di comando a risolvere la gravissima situazione politica e, pensando non solo al presente ma soprattutto al futuro, sacrificherebbe ogni momento privato pur di guidare la Città fuori dall’empasse in cui ci troviamo. Il nostro Sindaco Emanuele Poretti, al contrario, si trova saldamente al mare lasciando la propria maggioranza in balia di ricatti e giochetti politici di bassa lega, che portano il nostro Comune ad essere immobilizzato e gli uffici impossibilitati a procedere anche con l’ordinaria amministrazione.
Tutto ciò è inaccettabile ed è frutto di tre anni di incomprensioni, di amministrazione approssimativa, di convivenza forzata, basata sulla soddisfazione di interessi diversi da quelli pubblici.
All’irresponsabilità, ampiamente dimostrata, va aggiunta una gran dose di incapacità, politica e personale, del Sindaco stesso e di tutti i membri di questa maggioranza, di gestire i problemi e risolverli nell’interesse generale dei cittadini. Nessuno di loro oggi percepisce la gravità della situazione in cui ci si trova e nessuno dimostra di rendersi conto delle reali conseguenze. Troppo impegnati ad apparire e ad accontentare i bisogni a breve termine dei cittadini che oggi hanno ben altro a cui pensare e che solo in futuro si accorgeranno dei riflessi sulla vita reale che un bilancio comunale può avere.
Di fondo, emerge anche una preoccupante schizofrenia. Poretti e la sua “squadra”, nel percorso di questa legislatura, hanno sempre cercato di vendere la loro immagine di “bravi ragazzi”, al servizio delle esigenze quotidiane e particolari dei singoli cittadini, lontani dalla politica di palazzo; tutto questo per poi tenere le sorti dell’amministrazione appese ad un precario, forse inesistente, equilibrio partitico tra Lega, PdL e Indipendenti.
Il futuro del nostro Comune è appeso ad un filo: Progetto Castiglione invoca ed esige serietà e responsabilità, per assicurare le giuste scelte in tempi rapidi e una immediata presa di coscienza da parte del Sindaco Poretti della fine della sua esperienza amministrativa.

GRUPPO CONSIGLIARE PROGETTO CASTIGLIONE
CONSIGLIERI BATTAINI, CEREDA, GUERRA, GIUDICI, FRIGE’

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.