Nonno e nipotina investiti, gli “amici della bici” chiedono sicurezza

Dopo il grave incidente con omissione di soccorso avvenuto venerdì, l'associazione rivendicano più attenzione alla manutenzione della segnaletica e una città più a misura di ciclista

Dopo il grave incidente con omissione di soccorso avvenuto a Cardano al Campo, riceviamo e pubblichiamo una nota dell’associazione Fiab-Amicinbici, che è molto attiva nella cittadina nel promuovere l’uso della bicicletta come mezzo di trasporto nella vita di tutti i giorni

Premesso che troviamo  incivile, inaccettabile oltre che  penalmente perseguibile, l’atteggiamento di chi ha investito il  nonno ciclista e la sua  nipotina e non ha prestato soccorso, considerato che fortunatamente l’incidente non hanno avuto  gravi conseguenze, desideriamo soffermarsi su alcuni aspetti  legati alla mobilità ciclistica e alla sicurezza. SEGNALETICA E MODERAZIONE DELLA VELOCITA’. Corsie ciclabili ben segnalate, rotonde-rotatorie  con apposite corsie riservate alla bici, attraversamenti pedonali,  moderazione della velocità ed ampliamento delle zone con velocità  max 30 km  con  il conseguente rispetto delle norme previste, consentono la convivenza tra il traffico veicolare e le biciclette : più sicurezza  =  più  biciclette!!

L’aumento dell’uso della bicicletta passa inesorabilmente dalla percezione  che si possa  utilizzare  quotidianamente in città  senza necessariamente rischiare la propria sicurezza.

All’Amministrazione chiediamo di perseguire l’opera di manutenzione della segnaletica e di controllo delle infrazioni.

CULTURA e COMPORTAMENTI  ogni  ciclista aiuta concretamente l’ambiente e la mobilità :  la bici non inquina, consente ai mezzi pubblici  ma anche agli stessi automobilisti  di muoversi più fluidamente.  Una moderata attività  fisica/ciclistica aiuta a star meglio  e, visti i tempi anche il portafoglio.

 Attraverso i nostri atteggiamenti e conseguenti comportamenti possiamo  contribuire a migliorare  la nostra città.

E’ ormai unanimemente conclamato che negli spostamenti  al di sotto dei 2/3 km  la bici conviene  rispetto all’auto : è più veloce , la parcheggi facilmente non intasi la città!

A tutti i cittadini, chiediamo una scelta di cultura! Un nuovo modello di sviluppo è possibile, basta volerlo e …. praticarlo!

A tutti gli automobilisti chiediamo un cenno di tolleranza  e di rispetto verso altre persone che hanno scelto un diverso mezzo per muoversi

Al nonno ed alla nipotina che ha subito l’incidente, auguriamo una pronta e completa guarigione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.