Nuove risorse per Malpensa: Sea potrà aumentare le tariffe

Approvato definitivamente il Contratto di Programma: consentirà di adeguare le tariffe pagate dai passeggeri e dai vettori. Le nuove risorse finanzieranno il potenziamento delle nfrastrutture

Nuove risorse per Malpensa e Linate, con il contratto di programma che consentirà a Sea di aumentare le tariffe aeroportuali per sostenere gli investimenti in nuove infrastrutture.
È stato infatti pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il Contratto di Programma che definisce la nuova regolamentazione delle tariffe per gli aeroporti milanesi: entrerà in vigore fra 60 giorni. Il Contratto di Programma, definendo un quadro di regole certe e stabili per i prossimi dieci anni, garantisce condizioni favorevoli per l’attrazione di capitali di mercato e assicura a Sea le entrate necessarie per lo sviluppo del piano investimenti dei propri aeroporti. "L’attivazione del Contratto di Programma – spiega Sea – colmerà, seppur parzialmente, il gap con il livello medio delle tariffe degli altri aeroporti europei e inoltre contribuirà ad un significativo incremento del valore della Società".

«Sono certo che la decisione assunta dall’attuale Governopossa essere letta anche come segnale di una rinnovata attenzione non solo allo sviluppo del sistema aeroportuale milanese – dichiara Giuseppe Bonomi, Presidente di Sea – ma, più complessivamente, a quello di un settore che può costituire una straordinaria leva di crescita in una fase estremamente critica per l’economia del Paese senza alcun impegno diretto di risorse pubbliche». Il Contratto di Programma consente, fra l’altro, a Enac di avere strumenti più incisivi per svolgere il proprio ruolo di vigilanza e controllo sull’attuazione degli investimenti e del piano della qualità e dell’ambiente che la società di gestione si impegna a realizzare durante il periodo contrattuale.

Gli aumenti tariffari verranno applicati progressivamente, sulla base dei diversi progetti di potenziamento infrastrutturale che vengono messi in cantiere e portati a compimento: gli aumenti riguarderanno sia la parte dei passeggeri (sui biglietti) sia le tariffe pagate dalle compagnie aeree per i servizi aeroportuali. Per questa ragione la definizione del Contratto è stata concertata anche con Assoaeroporti, sigla che riunisce diverse compagnie italiane. «Un ringraziamento particolare va anche ad Assaeroporti e al suo presidente Fabrizio Palenzona» conclude dunque Bonomi. Quanto alle opere in progetto, sono quelle contenute nel Master Plan.

Sea è il primo gestore aeroportuale ad aver concluso l’iter per l’approvazione del Contratto di Programma stipulato in deroga alla normativa vigente in materia di regolazione tariffaria: il percorso è iniziato un anno fa, nel maggio 2011, con la prima approvazione da parte di Enac.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.