Omaggio al fisarmonicista compositore François Parisi

Dopo la proiezione del film "Midnight in Paris" di Woody Allen, Petronilla Parisi introdurrà agli spettatori la figura del cugino, noto virtuoso fisarmonicista parigino di origini italiane

Sabato 28 luglio, alle 21.30, al Parco Butti (viale Varese 4, Viggiù ) per la rassegna Esterno Notte è in programma il film "Midnight in Paris" di Woody Allen. L’ingresso è gratuito. Prima della proiezione Petronilla Parisi, varesina, introdurrà agli spettatori la figura e l’attività musicale del cugino, François Parisi, noto virtuoso fisarmonicista parigino di origini italiane, di cui due brani sono stati prescelti per la colonna sonora del film. 

L’autore:
François Parisi, virtuoso della fisarmonica sin da tenera età, si appassiona subito alle armonie jazz, alla composizione e all’improvvisazione di walzer. Questo parigino – siciliano non cessa mai di esplorare il repertorio storico della nostra musica e ci propone uno stile unico, inebriante di fusione tra tradizione, swing e java. Francois Parisi è nato nel 1961. Allievo di Roger Damin (direttore d’orchestra di Guy Béart e Francis Lemarque, accompagnatore di Jacques Brel, Edith Piaf, Juliette Greco) presso il Conservatorio di Villejuif tra il 1971 e il 1981. Ha ottenuto un Excellence Award nel 1981. Dal 1982, ha sostituito il suo maestro a Villejuif. Ha ereditato, attraverso l’insegnamento del suo maestro, uno stile musicale originale, tra il musette e jazz. Ha partecipato nel 1990 alla realizzazione del cd Paris Musette, affiancato da grandi fisarmonicisti tra cui Marcel Azzola, Joe Rossi, Jo Privat, Daniel Colin, accompagnati da Didi Duprat alla chitarra. Ha partecipato al tour francese dello spettacolo Paris Musette (1992). Lo ha poi interpretato all’estero, in Canada (1992), Svizzera (1993), Belgio (1993), Portogallo (1994), Giappone (1995) e Australia (1998). Ha partecipato alla registrazione televisiva dello spettacolo di Eric Vigneron Confidences de nacre su FR3-Limoges (febbraio e agosto 1995). Ha accompagnato Amuse-Girls e Michel Legrand nel teatro della Potinière a Parigi e nel febbraio 1996 ha partecipato al tributo a Georges Delerue con l’Orchestra Filarmonica della Valle della Loira. Nel marzo 1996 si è esibito al Jazz Festival de Boulogne Billancourt . Ha suonato durante il“Tribute to Astor Piazzolla” allo Zenith nel novembre 1996, al "Jazz ‘n’ co" Festival di Vans (estate 1997) e accompagnato Sarclo (autunno 1997) e Luciano Pavarotti nelle canzoni napoletane nella sala Tony Garnier a Lione (maggio 1998). Nel febbraio 1999 ha partecipato al festival di jazz in Adelaide, Australia. Nell’estate 2002 gli vengono commissionati cinque pezzi per le edizioni Extreme Music. Partecipa a Che Bella La Vita, con testi selezionati dal lavoro teatrale di Fellag su musiche di Marc Perrone. Nel marzo 2005 è in tour in Germania con il cantante Matthew Vermelen. Nel luglio 2006 è in tour in Canada con il gruppo MAM. Il 21 giugno 2007 ha partecipato al festival di musica presso il
Guggenheim Museum di New York. Nel novembre 2008 partecipa al Festival Internazionale di Jazz Ginza a Tokio, poi, nel luglio 2009, al Festival Jazz di Montreal con la band dei Primitivi del futuro. Oltre ad esibirsi nei suoi numerosi concerti, è insegnante di fisarmonica per diversi anni. Nel 2010 incide, in uno studio di produzione a Wembley (GB), una serie di brani per fisarmonica che la “Libreria
musicale” mette sul mercato internazionale. Diversi registi internazionali attingono a questa “Libreria musicale”, tra loro Woody Allen che sceglie due brani di François per il suo film “Midnight in Paris”. I brani sono: Ballad du Paris e Le parc de plausi che potremo ascoltare, in edizione integrale, questa sera, grazie alla concessione dell’autore. Info: www.francoisparisi.com. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.