Parco del Ticino ribadisce “no” al Masterplan di Sea

Il presidente Beltrami: «Nelle osservazioni non abbiamo trovato elementi tecnici nuovi». Chiesto un incontro sul territorio per illustrare la situazione ambientale

Come già annunciato dal presidente Gian Pietro Beltrami, il Parco del Ticino ha ribadito il proprio “no” al Masterplan di Sea. 
«Valutate le osservazioni volontarie allo studio di impatto ambientale presentate in 800 pagine da Sea – spiega Beltrami – , il Consiglio di Gestione del Parco del Ticino ha deliberato giovedì 19 luglio la propria contrarietà al Masterplan di Malpensa. Nelle osservazioni volontarie di Sea, infatti, non abbiamo trovato elementi tecnici nuovi. E, soprattutto, non abbiamo avuto nessun tipo di riscontro esaustivo alle osservazioni presentate negli atti precedenti che ci permettessero di fare valutazioni diverse in merito al progetto».
Questi quindi i motivi che hanno spinto il cdg a ribadire il proprio parere negativo al Masterplan. «Abbiamo inoltre – spiega Beltrami – chiesto ufficialmente alla Commissione VIA NAZIONALE un incontro sul territorio per di illustrare la situazione ambientale del contesto in cui si inserisce il Masterplan ed in particolare l’area della Brughiera». L’esigenza è emersa dal “tavolo di regia” formato dai Comuni del Parco. La richiesta che è stata inviata al Ministero nei giorni scorsi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.