Patteggia 8 mesi per l’incidente in cui morì la moglie

Era un sabato sera del 2010. Il guidatore ebbe un colpo di sonno, invase la corsia opposta e cadde in un fosso

Una sabato notte di due anni fa gli ha portato via la moglie nel modo più crudele: stavano tornando a Milano dopo aver passato la giornata nel Varesotto (avevano un casa a Brissago Valtravaglia) ma una volta all’altezza di Capolago, sulla strada provinciale, il guidatore si addormentò al volante; la Fiat Multipla fece un salto di corsia, e finì in un fosso a lato della strada, andando a collidere con un manufatto di cemento.

Il guidatore, 70 anni, se la cavò con qualche contusione, ma la moglie, Franca Mosconi, all’epoca 64 anni, spirò per i gravi traumi dopo il ricovero in ospedale, il pomeriggio seguente. La vicenda è approdata in tribunale, dove il pm Massimo Baraldo, oggi, ha ottenuto il rinvio a giudizio per omicidio colposo, ma ha accettato un patteggiamento a 8 mesi, che tiene conto sia del fatto che l’uomo è incensurato, sia dell’aspetto umano della storia, ovvero l’aver perso la moglie in maniera così tragica a causa, sostanzialmente, di un colpo di sonno. E’ questo infatti, secondo quanto emerso in fase di indagine, il motivo dell’incidente (foto di repertorio).

Il pm, nella fase preliminare, si era avvalso infatti della testimonianza di due automobilisti che seguivano l’auto incidentata. Questi hanno raccontato come la vettura, già prima del colpo, avesse sbandato più volte. La versione resa dall’imputato subito dopo l’incidente ha avvalorato questa tesi: l’uomo ha infatti raccontato che stava parlando con la moglie. Fu quest’ultima ad addormentarsi per prima. Successivamente il marito, secondo quanto ha raccontati agli inquirenti, ebbe il colpo di sonno fatale.
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.