Pellegrini di Angera e Ispra a Medjugorje

Il racconto dei fedeli che hanno partecipato al viaggio devozionale che si è svolto dal 22 al 27 giugno

angera e ispra a medjugorieAnche un gruppo di pellegrini di Angera e Ispra ha partecipato dal 22 al 27 giugno scorsi al viaggio devozionale a Medjugorje organizzato dal varesino Gigi Leva e dall’Associazione amici di Medgjugorje. Sei i pullman partiti alle 6.30 dalla stazione di Varese. Prima tappa del tour è stata la santa Messa al santuario della Madonna del frassino di Peschiera del Garda e in serata l’arrivo a Gospic in Croazia. «Emozionante è stata la salita al Podbrodo dove il 25 giugno di 31 anni fa è apparsa per la prima volta la Regina della pace – racconta una pellegrina -. Abbiamo partecipato alle Sacre funzioni particolarmente solenni in occasione dell’anniversario. Intorno a Medjugorje sono sorte tante piccole grandi associazioni di volontariato e comunità tutte votate all’aiuto del prossimo (disagio giovanile orfani di guerra ,anziani indigenti ecc.)». Il gruppo ha fatto visita anche alla comunità Cenacolo di suor Elvira che si occupa del recupero di giovani tossicodipendenti e alla Cittadella "Orizzonti di Pace" di Nuovi orizzonti che offre sostegno allef amiglie povere locali e soprattutto agli anziani. «Sono venuta a Medjugorie per la prima volta – racconta un’altra pellegrina – . È stata la realizzazione di una lunga attesa ed è stata una grande conferma di una vita intera accompagnata dall’amore di Dio. Un amore infinito e gratuito che mi ha donato tutto. Una famiglia nella quale sono nata e cresciuta, mio marito e i miei figli i miei nipoti e le molteplici persone che mi ha messo accanto, le diverse esperienze di Chiesa che ho vissuto e vivo, l’invito a perseverare nella preghiera nella Chiesa , con la Chiesa e per la Chiesa».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.