Perizia psichiatra su Giovanni Basile

L'uomo che ha ucciso il fratello a calcinate del pesce sarà visitato dal professor Emilio Bolla, che dovrà spiegare al giudizio se è davvero affetto da malattia mentale

Il gip di Varese ha conferito oggi l’incarico per la perizia psichiatrica nei confronti di Giovanni Basile, l’uomo che l’otto giugno scorso ha strangolato e ucciso il fratello in un appartamento di Calcinate del pesce. Il giudice ha nominato lo psichiatra Emilio Bolla come consulente del tribunale e dovrà rispondere a tre quesiti: se l’imputato è capace di intendere di volere, la pericolosità sociale e la capacità di stare in giudizio dell’uomo. Basile è reo confesso ma il suo avvocato, Fulvio Dagnoni, ha chiesto che venisse valutata la sanità mentale dell’uomo e dal risultato della perizia si potrà capire meglio anche quale strategia difensiva applicare. Basile rischia l’ergastolo, ma la partita del processo si gioca tra perizia e riti alternativi, che nel nostro ordinamento possono portare a sconti di pena anche significativi. Massimo Basile si trova agli arresti nell’ospedale psichiatrico giudiziario di Reggio Emilia.  

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.